Ultimo aggiornamento  13 agosto 2020 16:55

Rally, il tricolore all'Elba.

Chiara Iacobini ·

Il 51° Rallye Elba - Trofeo Ford BluBay – Bardahl (24/26 maggio) è l’edizione che segna lo storico ritorno della gara sulle strade dell'isola toscana nel contesto della massima serie tricolore dopo 25 anni di assenza. Organizzata da ACI Livorno Sport e valida come quarto appuntamento del Campionato con i suoi 79 iscritti al via - più la competizione regionale e il raduno Porsche - la sfida rappresenta il giro di boa della serie, fondamentale crocevia per i destini dei protagonisti del Campionato Italiano Rally 2018.

Tutti dietro Andreucci

Al comando della classifica con 42 punti c’è Paolo Andreucci, insieme ad Anna Andreussi con la Peugeot 208 T61 R5. Il dieci volte Campione Italiano ha tutte le intenzioni di aumentare il suo vantaggio sugli altri piloti come Simone Campedelli, con Tania Canton su Ford Fiesta R5 di Orange 1 Racing, secondo in graduatoria con 22 punti.

Terzo a 20 punti è Umberto Scandola con Guido D’Amore che all’Elba tenterà con la Skoda Fabia R5 ufficiale di avvicinarsi ai primi due. Dietro i primi tre equipaggi si trova poi il varesino Andrea Crugnola affiancato da Danilo Fappani con la Ford Fiesta R5, finora dimostratosi uno dei migliori piloti di questa stagione, ma anche lui come Campedelli, ritiratosi durante l’ultimo appuntamento tricolore. Tra i protagonisti assoluti è atteso in gara anche Andrea Nucita, vincitore della recente Targa Florio

Tricolore asfalto

In corsa anche gli iscritti alla classifica del tricolore “asfalto”, in particolare il lucchese Luca Panzani con un'altra Ford Fiesta R5, gommata Hankook, Rudy Michelini con la Skoda Fabia R5 e il giovane pavese Giacomo Scattolon anch'egli su Skoda Fabia della PA Racing, al debutto all’Elba. Forti aspettative anche per il reggiano Antonio Rusce, Ford Fiesta R5 di X Race Sport, alla sua terza stagione tricolore e per il molisano Giuseppe Testa anche lui su Ford Fiesta R5 ma della Ford Racing Italia.

Tra le presenze più attese il debutto su asfalto del Campione Italiano Terra 2017, il modenese Andrea Dalmazzini, anche con una Ford Fiesta R5, che corre con un programma supportato da ACI Team Italia. Tra gli outsider di spicco ci sarà anche Totò Riolo alle note di Alessandro Floris su Skoda Fabia R5.

Tutte le gare

Nel Campionato Italiano R1 comanda il giovane piacentino Giorgio Cogni in coppia con Gabriele Zanni davanti alle Swift R1 capitanate da Fabio Poggio e Stefano Martinelli e, alla Twingo R1 di Alberto Paris. Le R1, tra cui compare anche quella di Marco Limoncelli, saranno impegnate nei rispettivi trofei monomarca: il Suzuki Rally Trophy con sei equipaggi al via e il Trofeo Twingo R1 Top con altrettanti sfidanti. Da non perdere all’Elba, le corse tra gli iscritti del Trofeo Renault Clio R3T, anche protagonisti del Campionato Italiano Due Ruote Motrici. Nel tricolore femminile pronta a confrontarsi sulle strade elbane anche Rachele Somaschini a bordo di una Peugeot 208 R2. 

Il 51°Rallye Elba si festeggia l’introduzione di una nuova prova speciale e la riconferma della “spettacolo” di Portoferraio, modificata con il confronto tra i concorrenti “ad inseguimento”, uno contro uno (2,62 chilometri). Cinque le speciali di venerdì e altrettante nella giornata di sabato 26 maggio prima del traguardo finale che attenderà a Portoferraio i concorrenti alle 17.25, dopo 399,61 chilometri di gara di cui 151,48 cronometrati. Dieci, in totale, le prove speciali, per una distanza competitiva di 151,480 chilometri (il 37,92% del totale) a fronte dei 399,610 dell’intero tracciato.

Ti potrebbe interessare

· di Chiara Iacobini

Il pilota Peugeot conquista la terza vittoria stagionale su quattro gare nel Campionato Italiano Rally. Secondo posto per Scandola (Skoda) e terzo per Crugnola (Ford).