Ultimo aggiornamento  13 dicembre 2019 16:24

Formula E, alla conquista dell'Arabia Saudita.

Sergio Benvenuti ·

L'Arabia Saudita stipula un accordo decennale con la Formula E: dalla prossima stagione - che sarà la quinta del mondiale a batteria - accoglierà a Ryad il primo Gran Premio in Medio Oriente della competizione che vedrà gareggiare la seconda generazione delle monoposto elettriche.

Più batterie, meno petrolio

Nell'ambito del piano Saudi Vision 2030 - mirato a ridurre la dipendenza dal petrolio - la Formula E ha firmato il contratto con la General Sports Authority e la Saudi Arabian Motor Federation, per portare il campionato a batteria nel territorio del maggior produttore di greggio al mondo. L'E-Prix vedrà le auto percorrere le strade del distretto di Ad Diriyah e ulteriori dettagli sulla posizione e sulla disposizione del circuito verranno svelati in seguito.

Soddisfazione elettrica

Alejandro Agag, fondatore e amministratore delegato di Formula E, ha dichiarato: "Cresce sempre più la presenza di manifestazioni sportive in Arabia Saudita e siamo orgogliosi che il Paese abbia scelto anche il nostro campionato rispetto ad altre categorie".

Il principe Turki Al Faisal Al Saud, vicepresidente dell'Autorità sportiva generale dell'Arabia Saudita, ha aggiunto: "Il nostro Paese guarda al futuro e la Formula E è il campionato del futuro. Si allinea perfettamente con le nostre strategie a favore della mobilità sostenibile".

Tag

Arabia Saudita  · Auto Elettrica  · E-Prix  · Formula E  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

La Casa tedesca correrà il prossimo campionato con la e-tron FE05 più leggera e veloce, con una carrozzeria futuristica priva di alettone, come l'auto dei fumetti