Ultimo aggiornamento  07 luglio 2020 09:21

Arriva la colonnina a scomparsa.

Samuele Maria Tremigliozzi ·

A Oxford, la start-up londinese Urban Electric ha brevettato e sta iniziando a testare un sistema innovativo, chiamato UEone, capace di far scomparire le colonnine di ricarica all'interno del marciapiede. L’obiettivo è installarne almeno 20 per ogni strada, così da offrire un servizio capillare a chi acquisterà un'auto a batteria che non deturpi gli scorci delle zone residenziali delle città britanniche. Il 43% delle abitazioni del Regno Unito non dispone di un garage. 

Funziona così

La colonnine sono alte 87,5 centimetri e necessitano di uno spazio per l’istallazione profondo solamente 40,5 centimetri. La struttura cilindrica non verrà, quindi, interrata completamente ma se ne sfrutterà la capacità retrattile. L’attivazione avverrà tramite app dedicata - già attiva - disponibile sulle piattaforme smartphone iOS e Android. 

Saranno i cittadini interessati a segnalare al comune le zone dove installare il sistema per i test. Il progetto è co-finanziato dalla agenzia pubblica Innovation UK e ha ricevuto per ora fondi per una cifra poco sopra il mezzo milione di euro.

Tag

Colonnine elettriche  · Oxford  · Regno Unito  · UEone  · Urban Electric  · 

Ti potrebbe interessare

· di Sergio Benvenuti

Le aziende ChargePoint e EVBox annunciano che - entro il 2025 - realizzeranno 3,5 milioni di punti di ricarica dedicati alle auto a batteria

· di Colin Frisell

Il sindaco della capitale inglese stanzia 5 milioni di euro per mettere in funzione 1.500 nuovi punti di ricarica in città entro il prossimo anno