Ultimo aggiornamento  13 agosto 2020 17:30

Volkswagen, metti l'autonoma in mostra.

Gloria Smith ·

Sedric, prototipo di auto autonoma di Volkswagen, approda al Victoria & Albert Museum di Londra: il più grande museo del mondo dedicato ad arte e design esplorerà gli effetti culturali delle nuove tecnologie e della progettazione innovativa in un'esibizione intitolata "The Future Starts Here" (dal 12 maggio al 4 novembre 2018) di cui la casa automobilistica tedesca è partner.

Al museo londinese saranno esposte opere commissionate appositamente ad artisti come Miranda July e Kei Kreutler e studi di design interattivo come Stamen e Tellart, ma accanto a queste figurerà proprio la concept car autonoma di Volkswagen: i visitatori del Victoria & Albert Museum potranno entrare nel veicolo e vivere in prima persona come la macchina interagisce con loro grazie all'intelligenza artificiale.

Il futuro inizia qui

Il futuro dunque inizia qui, come dice il titolo della mostra: dal potere della progettazione nel dare forma al mondo di domani. Oltre 100 gli oggetti esposti, molti dei quali mai mostrati al grande pubblico, nel tentativo di fornire ai visitatori un'idea di come la tecnologia e il design cambieranno ogni aspetto della vita personale, sociale e politica, trasformeranno le città, la casa e anche il nostro corpo e ci porranno di fronte a nuove scelte e questioni di ordine etico.

Gli "esperti di futuro" del Future Center Europe di Potsdam del gruppo Volkswagen hanno lavorato con i curatori Rory Hyde e Mariana Pestana per individuare stimoli e tematiche, tra cui quel dialogo uomo-macchina che saremo chiamati a gestire con l'arrivo dell'auto autonoma.

Tag

Londra  · Sedric  · Volkswagen  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Presentata al tradizionale raduno sulle rive del lago Wörthersee una versione della berlina media, ispirata alla vettura che ha vinto due volte il Campionato Internazionale TCR

· di Redazione

La Casa di Wolfsburg presenta al Salone dell'Auto il suo primo concept totalmente automatizzato. Basta premere un bottone e il futuro è già qui