Ultimo aggiornamento  25 agosto 2019 02:44

Dallas, strade più connesse.

Valerio Antonini ·

Dallas, metropoli degli Stati Uniti in forte espansione economica, si prepara alla mobilità del futuro: elettrica, condivisa e autonoma. Grazie alla collaborazione con Aecom, colosso californiano specializzato nella progettazione di edifici e infrastrutture, sta nascendo la città del domani.

Nasce la smart city

Per ora sono state individuate cinque aree nelle quali, durante i lavori di ristrutturazione delle strade e dei marciapiedi, verranno inseriti diodi per la illuminazione e una rete di sensori che colleghino i semafori e li gestiscano a seconda dei volumi di traffico per rendere la mobilità più scorrevole.

In un prossimo futuro potrebbero essere inserite anche delle "strisce" che ricaricano wireless i veicoli elettrici che transitano - ma con un processo differente rispetto a quello già sperimentato in Cina ed in Francia dove le auto acquisiscono energia passando su pannelli solari posti sotto l’asfalto - e si ipotizzano anche delle corsie dedicate ai mezzi robot.

Stando alle dichiarazioni di Michael Rogers, presidente del dipartimento dei trasporti di Dallas, le nuove tecnologie non resteranno circoscritte alle sole zone prese finora in esame ma, specialmente se tutto funzionerà a dovere, verranno adottate in tutta l’area metropolitana.

Nuovi bus intelligenti

La Dart (Dallas Area Rapid Transit) - compagnia che si occupa del trasporto pubblico in città - ha intanto inaugurato la nuova linea “smart” Route 722, realizzata in collaborazione con la multinazionale taiwanese D-Link che fornisce servizi e accessori per la connettività e l’assistenza alla guida. L’azienda texana aveva già acquistato 35 autobus elettrici da Proterra per 7,6 milioni di dollari. Il prossimo passo sarà renderli robot.

Tag

Aecom  · Dallas  · Proterra  · USA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

Il colosso dei trasporti cinese sta sviluppando una tecnologia che consenti ad auto robot e infrastrutture urbane di scambiarsi informazioni e dati

· di Sergio Benvenuti

La start up Integrated Roadways porta nel Missouri la tecnologia "smart pavement": le carreggiate diventano connesse e in grado di dialogare con le auto

· di Valerio Antonini

Coperta da uno speciale bitume trasparente, genera un milione di chilowattora l’anno per chilometro. Fornisce energia sia per l'illuminazione che per le case circostanti

· di Valerio Antonini

La metropoli statunitense ha ordinato cinque nuovi mezzi a batteria alla compagnia californiana. Hanno oltre 500 chilometri di autonomia con una sola ricarica