Ultimo aggiornamento  20 novembre 2019 03:09

DS X E-Tense, appuntamento al 2035.

Francesco Paternò ·

PARIGI – DS prova a sognare. Anche perché la realtà è dura in questo momento per il marchio premium francese, nato nel 2014 e separato da Citroën con la missione di creare prodotti a maggiore valore aggiunto e portare a casa margini più alti nel gruppo Psa. Dopo un 2017 molto difficile, con vendite ferme a 52.860 unità, -38,5% e quasi la metà delle 102.335 unità del 2015 suo anno migliore, DS ha ora lanciato sul mercato il suv 7 Crossback e annunciato di voler presentare altri cinque nuovi modelli – uno ogni anno – entro il 2023, tutti anche elettrificati a partire dall’ibrido 7 Crossback nel 2019. Un segnale che Psa e il suo numero uno Carlos Tavares credono in DS, rinnovando investimenti e attenzioni.

Dentro il centro ricerche di Vélizy

Ma intanto "sognano", come ci hanno detto gli uomini di DS che ci hanno accolto in anteprima nel nuovo laboratorio del marchio con tutte le sezioni finalmente riunite a Vélizy, periferia sud ovest di Parigi, sede del centro ricerche e sviluppo del gruppo. Qui lavorano una sessantina di persone, ci racconta Thierry Métroz, il capo del design, “una struttura piccola e agile che permette di muoverci più rapidamente”.

In attesa di scoprire i nuovi modelli promessi dal responsabile del marchio, Yves Bonnefont, il primo dei quali sarà al prossimo salone di Parigi in ottobre e presumibilmente sarà un altro suv visto cosa richiedono in maniera ossessiva i mercati, a Vélizy ci hanno mostrato una hypercar, la DS X E-Tense. Visione, ha detto Métroz, di “mobilità per il 2035, quando le mobilità saranno diverse e non una sola”.

All'interno del concept

Mostrato è il termine letterale: perché la DS X E-Tense è un concept di un’auto sportiva in 3D e non fisica, dentro la quale siamo “entrati” grazie a occhiali speciali per visitare architettura e plancia. Dove ci sono o ci sarebbero ancora un volante, una pedaliera e un cruscotto per controllare velocità ed energia, perché l’auto è elettrica e ha comunque un robot cui potrà essere affidata per la guida autonoma. Dove ci sono o ci sarebbero materiali di extralusso e sistemi con capacità di fare anche un caffè grazie a un sistema di intelligenza artificiale, perché il prototipo mostrato è solo in 3D. Fa pendant, detto in francese, l’assistente virtuale chiamata Iris, un ologramma.

Ispirata dalla Formula E

La DS X E-Tense, spiega Métroz, nasce dall’ispirazione dalla Formula E dove il marchio è impegnato. Il prototipo virtuale ha infatti forme da auto da corsa, con sotto due motori elettrici con potenza pari a 540 cavalli, fino a 1.360 in modalità pista (se esistessero, naturalmente). Come mai questa scelta di architettura estrema, tanto più che il concept in 3D dispone di sistemi di self driving? “Perché trasmetta – ci risponde Eric Apode, capo dello sviluppo prodotto - piacere di guida e passione per l’auto in coerenza con il marchio DS”.

"L'80% dello sviluppo in digitale"

C’è del marketing naturalmente, ma non è tutto qui sebbene sia in 3D (“l’80% dello sviluppo di qualsiasi prodotto da noi ormai avviene in digitale”, ci dice Métroz). La DS X E-Tense è disegnata in modo asimmetrico, sia nella forma esterna che nell’abitacolo diviso a metà: a sinistra lato guida aperto, dove può prendere il controllo sia l’essere umano che un algoritmo, a destra uno spazio per uno o due passeggeri, chiuso da un copulino. Una sorta di “capsula spaziale, una bolla dove mi sconnetto dal mondo e lascio la guida al robot quando sto nel traffico”, aggiunge Métroz.

Guida autonoma, "l'avvenire"

“Per noi – interviene Apode - la guida autonoma è innanzitutto sicurezza massima, è l’avvenire. L’auto del futuro non è disumanizzata, forse la DS X E-Tense è radicale, ma questa è la nostra missione”. 1955-2035, giusto 80 anni dopo la nascita della prima DS. Allora una Citroën. Oggi un messaggio di futuro, in attesa del quale DS deve correre in salita per affermarsi. In Europa come in Cina, mercato sul quale i francesi contano molto.

Tag

Auto Elettrica  · Concept  · DS  · DS X E-Tense  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Tolti i veli alla crossover francese qualche settimana prima del suo debutto pubblico al Salone di Parigi 2018. Disponibile con motori benzina, diesel o 100% elettrica

· di Luca Gaietta

La concept con cui la Casa francese immagina le auto nel 2035 è stata ripresa durante i primi test su strada lungo la pista di un aeroporto

· di Valerio Antonini

Abbiamo provato in anteprima il simulatore utilizzato dai piloti per studiare il circuito del prossimo E-Prix in programma nella capitale nel prossimo week end

· di Paolo Odinzov

Il brand premium del gruppo Psa presenta la DS 7 Crossback, suv globale con cui avviare il piano rilancio e l'espansione della rete