Ultimo aggiornamento  20 febbraio 2019 13:08

Messina, prove di sharing mobility.

Marina Fanara ·

Dopo Palermo e Catania, Messina sarà la terza città siciliana a offrire un servizio di car sharing. Al momento, si tratta di una sperimentazione che si concluderà nell'arco di tre anni, grazie al protocollo d'intesa siglato tra il Comune e la società Pista, acronimo di Piattaforma per l'innovazione e la sostenibilità di trasporti e ambiente.

Laboratorio di mobilità

Una volta terminata la fase di prova, fa sapere l'assessore alla Mobilità Gaetano Cacciola, si deciderà se proseguire il servizio e, soprattutto, se affiancarlo ad altre forme di trasporto condiviso, bike e scooter sharing. "L'obiettivo", sottolinea, "resta quello di promuovere e favorire politiche di mobilità a favore dell'ambiente che possano fungere da alternativa all'uso del mezzo privato, come stabilito nel percorso tracciato dal nostro Piano d'azione per l'energia sostenibile".

Ztl e sosta libera

L'auto condivisa in formato Messina sarà in modalità free floating (si potrà prelevare e riconsegnare dove più si preferisce) e avrà accesso libero in Ztl. L'Amministrazione ha anche deciso di concedere la sosta gratuita e, in questo momento, sta valutando quali saranno i parcheggi oggetto della convenzione.

Università e Comune in "Pista"

Il car sharing partirà con 10 veicoli che verrano progressivamente aumentati fino ad arrivare a un totale di 55 mezzi. In questa prima fase, inoltre, le auto saranno al servizio dei circa 300 dipendenti comunali, dei dipendenti e studenti universitari e dei primi 596 cittadini che si registreranno all'apposita piattaforma messa a disposizione da Pista.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Già consegnati dalla cinese Byd i primi 13 veicoli a batteria per il trasporto pubblico: dopo i test su autonomia e tempi di ricarica arriveranno in strada a inizio del prossimo...

· di Marina Fanara

Protocollo d'intesa tra Comune e Anas: la Tangenziale diventerà "connessa e intelligente" e la città avrà tecnologie in grado di migliorare qualità della vita e sicurezza

· di Marina Fanara

E' boom di auto condivisa nel capoluogo siciliano: 55 nuove vetture in flotta e presto altre 80 elettriche, lancio del free floating e servizio attivo in altre province