Ultimo aggiornamento  21 marzo 2019 19:34

Psa: i limiti alle emissioni aiutano i cinesi.

Gloria Smith ·

I limiti dell'Unione europea sulle emissioni di CO2 rischiano di mettere in ginocchio le case automobilistiche europee: le multe sugli sforamenti peseranno sui conti, impedendo gli investimenti in nuove tecnologie e aprendo la porta a acquisizioni da parte dei colossi cinesi già avanti sui motori elettrici. Un "cavallo di Troia" con cui la Cina conquisterà il mercato auto dell'Europa: così lo ha definito l'amministratore delegato del gruppo francese Psa, Carlos Tavares, parlando a un evento organizzato dalla rivista Le Journal de l’Auto a Parigi.

Impatto da valutare

Per Tavares, che è anche presidente dell'associazione europea dell'industria dell'auto Acea, gli obiettivi di Bruxelles al 2020 sulle emissioni di CO2 dei motori (130 grammo per chilometro) avranno un "ovvio impatto": se "un costruttore europeo" non riuscirà a rispettare i target "sarà messo in ginocchio dalle conseguenti multe"; non potrebbe essere acquisito da un concorrente europeo "per motivi antitrust" e diventerebbe facile preda di un investitore straniero che già possiede "il tipo di tecnologia imposta dalle autorità europee, cioè i veicoli elettrici. E chi è il leader dell'elettrificazione? I cinesi". Che già hanno strategie europee molto decise: Dongfeng Motor ha comprato il 12% di Psa e Geely il 10% della tedesca Daimler.

In prima linea

Il gruppo Psa è per altro fortemente impegnato sui motori innovativi: ha inaugurato la divisione "Low Emission Vehicles" per arrivare a un'offerta elettrica su tutta la sua gamma entro il 2025 e intende fare meglio dello standard europeo sulle emissioni ottenendo una media di 95 grammi di CO2 per chilometro dal 2020.

Tuttavia Tavares ha chiesto a Bruxelles di sospendere le multe per i costruttori che non riescano a rispettare lo standard. L'impressione è che, invece di accelerare il cambiamento del modello di business per una mobilità più sostenibile, si alzi il pressing sui politici di Bruxelles perché difendano la propria industria dell'auto. Come ha fatto il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha annunciato un ammorbidimento degli standard federali sulle emissioni.

Tag

Bruxelles  · Carlos Tavares  · CO2 - Anidride carbonica  · PSA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Il gruppo francese crea un reparto per centrare gli obiettivi in materia di emissioni e vendite di veicoli a batteria. Opererà su tutti i mercati

· di Redazione

Il ceo Tavares annuncia che il gruppo francese realizzerà per quella data versioni a batteria di tutti i modelli della sua gamma. E conferma il ritorno in America