Ultimo aggiornamento  15 ottobre 2019 17:53

Aston Martin, il suv non sarà elettrico.

Paolo Odinzov ·

Il primo suv della Aston Martin non sarà elettrico. In una intervista rilasciata ad Automotive News, il ceo della Casa inglese Andy Palmer ha precisato che sarà alimentato esclusivamente da motorizzazioni a benzina. Rispetto a quanto detto due anni fa, in occasione della presentazione del concept DBX dal quale sarebbe dovuto derivare uno sport utility a batterie e zero emissioni, Aston Martin ha dunque cambiato idea, escludendo anche la presenza di motorizzazioni diesel e ibride plug-in.

5 porte e un V8 AMG

"Io penso che la vita dei diesel sia molto breve - ha detto Palmer - mentre i sistemi ibridi plug-in prevedono l'unione di due tecnologie che portano peso e costi extra. Probabilmente è un passaggio conveniente, ma non è ciò di cui abbiamo bisogno adesso". Il suv della Aston Martin, che dovrebbe chiamarsi Varekai, sfrutterà probabilmente il V12 biturbo della DB11 e un V8 biturbo di origine Mercedes-AMG per andare a competere con modelli come Bentley Bentayga (quest'ultima dispone però di una versione ibrida plug-in). Avrà, inoltre, una carrozzeria a cinque porte e non a tre come quella della DBX.

Una vettura completamente elettrica a ruote alte è comunque già nei piani del costruttore. Nascerà su una piattaforma inedita, sotto il nuovo brand Lagonda.

Tag

Aston Martin  · SUV  · Varekai  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa di Gaydon ha diffuso nome e alcune caratteristiche della sua prima vettura elettrica. Verrà prodotta in 155 unità e avrà una potenza di 450 chilowatt

· di Luca Gaietta

La Casa di Gaydon aprirà un nuovo centro prove nei pressi dello storico circuito inglese per ottimizzare la dinamica di guida delle sue future sportive

· di Samuele Maria Tremigliozzi

Il marchio britannico risponde al calo delle vendite con un aumento dei prezzi: nel 2018 per una sportiva ci vogliono più di 182 mila euro contro i 164 mila del 2017

· di Paolo Odinzov

L'Aston Martin ha presentato la versione più sportiva della sua coupé con un V12 da 639 cavalli che scatta da zero a cento in soli 3,7 secondi

· di Luca Gaietta

La Casa inglese ha avviato la produzione del sottomarino Project Neptune sviluppato con l'azienda americana Triton Submarines. Verrà presentato entro l'anno