Ultimo aggiornamento  22 agosto 2019 01:39

Rally, ACI Team Italia al Tour de Corse.

Chiara Iacobini ·

E’ il weekend del 61°Tour de Corse, terzo appuntamento stagionale del Mondiale Rally. Al via della prova iridata per eccellenza sull’asfalto ci sono anche tre portacolori di ACI Team Italia. Primo fra tutti, Fabio Andolfi in coppia con Simone Scattolin su la Skoda Fabia R5 e il team Motorsport Italia, concentrato  soprattutto a trovare il giusto feeling con la vettura. Gli altri due ragazzi della nazionale sono Luca Bottarelli navigato da Manuel Fenoli e Enrico Oldrati e Danilo Fappani, in gara nello Junior Wrc con le Ford Fiesta di M-Sport gommate Pirelli.

Per i due giovani Bottarelli e Oldrati la Corsica è la seconda sfida importante dopo il Rally di Svezia. Per Andolfi, invece, questo rally sarà la prima delle 7 prove previste nel programma iridato 2018 del Wrc 2 (Tour de Corse, Portogallo, Sardegna, Finlandia, Germania, Galles e Catalogna).

Un programma fitto

L’edizione 2018 del Tour de Corse si compone di 12 prove speciali per complessivi 333,48 chilometri cronometrati, con partenza da Bastia e un percorso che che si snoda nel nord ovest dell’isola con arrivo ad Ajaccio.

La prima tappa prevede 4 prove speciali per complessivi 125,16 chilometri cronometrati, vale a dire i crono di La Porta-Valle di Rostino (49,03 chilometri) e di Piedigriggio-Pont de Castirla (13,55 km) da disputare due volte. La seconda tappa è composta da 136,90 chilometri cronometrati suddivisi nelle prime due nuove speciali, quella di Cap Corse, vale a dire la Cagnano-Pino-Canari (35,61 km) e l’altra di Désert des Agriates (15,45 km) seguita poi dal crono di Novella (km 17,39). Queste tre speciali saranno ripetute due volte con parco assistenza previsto a metà tappa.

Domenica invece è in programma la tappa finale (Bastia-Ajaccio) di soli 71,42 chilometri cronometrati, composta dalla nuova prova speciale di Vero-Sarrola Carcopino, che con i suoi 55,17 km è la più lunga della gara, e dalla power stage del Pénitencier Coti Chiavari (km 16,25), percorsa in senso inverso rispetto a quello tradizionale. Questa ultima prova verrà trasmessa in diretta tv alle ore 12 da FOX Sports.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Alessandro Gargantini

Dall'inferno del circuito inglese - tra pioggia, sole, vento, asfalto insidioso - escono vincenti i piloti della nazionale tricolore. Prima vittoria per Fuoco in GP3