Ultimo aggiornamento  23 ottobre 2019 02:29

Formula E, DS pronta per Roma.

Valerio Antonini ·

La scuderia anglo-francese DS Virgin, che partecipa al mondiale di Formula E, ha creato un simulatore che permette ai piloti di fare pratica con i vari circuiti.

Lo abbiamo provato direttamente nelle officine “segrete” del reparto corse del gruppo Psa (che controlla il marchio Ds) dove i piloti Alex Lynn e Sam Bird si stanno esercitando per scoprire il circuito di Roma, prossima tappa del massimo Campionato Fia per auto elettriche il 14 aprile. L'inedito tracciato cittadino attraversa la suggestiva zona intorno al laghetto artificiale dell’Eur, passando tra l’obelisco di Arturo Dazzi e dedicato a Guglielmo Marconi e il palazzo Eni, uno dei simboli della sviluppo economico della capitale negli anni '60.  

Scenari in 3D

Il simulatore è collegato direttamente ad un abitacolo e a un volante originale e viene utilizzato in sostituzione dei giri in pista. Il regolamento del  campionato, infatti, prevede sessioni di prove libere molto brevi per risparmiare l'energia delle batterie.

Il sistema, grazie alla geo-localizzazione, ricostruisce perfettamente anche gli scenari esterni ai tracciati, così da rendere più realistici i test e offrire punti di riferimento visivi da utilizzare durante la gara.

Un occhio al 2019

Nella visita alle officine francesi del marchio sportivo abbiamo scoperto anche la  Ds E-Tense FE 19, nuova monoposto realizzata dalla scuderia che verrà utilizzata a partire dalla prossima stagione di Formula E. La vettura è caratterizzata da una livrea color nero opaco e da forme, soprattutto nel posteriore, che ricordano un aereo da caccia in modalità stealth. Le prese d’aria, molto evidenti, dovrebbero migliorare sensibilmente il deflusso dell’aria così come le diverse spigolature della carena. Il cambio, per il momento a tre marce, dovrebbe essere sostituito da uno a un solo rapporto in linea con le scelte degli altri team più competitivi.

La E-Tense FE 19 è alimentata da un elettromotore in grado di sprigionare 250 chilowatt di energia e una batteria da 54 kilowattora (nuovi limiti consentiti dalla Fia). Potenze aumentate rispetto alla versione precedente che consentiranno al team di concludere un E-Prix senza dover sostituire la vettura con la gara in corso. Il prossimo anno gli accumulatori Williams attualmente in uso saranno sostituiti da altri realizzati da McLaren.

Tag

E-Prix  · Formula E  · Roma  · 

Ti potrebbe interessare

· di Francesco Paternò

Il marchio francese svela un prototipo “asimmetrico” in 3D: ci siamo “entrati”. Aspettando 5 nuovi modelli reali per il mercato entro il 2023

· di Andrea Cauli

La scuderia francese sarà protagonista del Gran Premio di Formula E della Capitale. Per piloti e manager, il circuito metterà alla prova le monoposto elettriche. Spettacolo...

· di Stefano Antonetti

Dal Campidoglio alla Nuvola dell'Eur, i primi chilometri a zero emissioni della competizione elettrica. Appuntamento per la gara nella Capitale il prossimo 14 aprile

· di Redazione

Approvato il calendario della Fia. Sarà una gara a zero emissioni su un circuito cittadino in zona Eur. Sticchi Damiani: "Un grande sogno diventa realtà"