Ultimo aggiornamento  22 ottobre 2020 23:07

Bologna, più spazio all'elettrico.

Marina Fanara ·

L'obiettivo è ampliare al più presto il numero delle colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici, che non significa solo auto a batteria ma anche mezzi pubblici e soprattutto biciclette. Per questo, il Comune di Bologna ha deciso di accelerare la realizzazione di un piano che prevede il raddoppio delle attuali infrastrutture, per arrivare a disporre di almeno 50 postazioni nei punti più strategici della città.

Accordo elettrico con Enel

La Giunta ha dato il via libera a due protocolli d'intesa: uno con Enel Energia e l'altro con Enel X, la società del gruppo che si occuperà della realizzazione della rete. L'esatta collocazione delle nuove colonnine è ancora oggetto di verifiche tecniche, ma l'Amministrazione ha già disegnato una mappa delle aree più strategiche della città in cui sarà possibile ricaricare i veicoli: le principali sedi della grande distribuzione (sicuramente Ipercoop, Centro Lame e Centro Navile), stazioni delle ferrovie locali (Corticella, Borgo Panigale, Rimesse, Veneta, Casteldebole, San Raffilo), ospedali e ambulatori (Maggiore, Rizzoli, Sant'Orsola, Casa della Salute Navile, terme Feline) e centri sportivi (Antistadio, Campo baseball Falchi, Sterlino, Centro Pescaro e Corticella). 

Il Piano metropolitano

L'ampliamento della rete di infrastrutture elettriche, dicono in Comune, rientra negli obiettivi del Piano urbano della mobilità metropolitana e del Piano generale del traffico urbano: Bologna sta sviluppando un grande progetto territoriale cosiddetto di "area vasta", con l'obiettivo di favorire la massima integrazione tra i trasporti in ambito urbano e le infrastrutture dell'hinterland e garantire all'intero bacino metropolitano un sistema di mobilità sostenibile per la salute e per l'ambiente.

Taxi e bici a batteria

Per Palazzo d'Accursio la conversione all'elettrico è uno dei temi che potrebbero determinare alcune scelte nell'immediato futuro, come la concessione di nuove licenze per i taxi, l'ampliamento del bike sharing con bici a pedalata assistita e la realizzazione dei progetti finanziati dal Governo per gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro.

Tag

Bologna  · Colonnine elettriche  · Enel  · Mobilità elettrica  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Sono 300mila euro gli incentivi per l'acquisto di due ruote elettriche o cargo bike. Per la prima volta, le aziende di trasporto merci potranno avere più contributi

· di Marina Fanara

Il colosso cinese gestirà un bike sharing personalizzato sulle richieste del Comune: bici elettriche, centro di assistenza e obbligo di riportarle negli appositi parcheggi