Ultimo aggiornamento  22 settembre 2019 09:42

#NYAS18, auto e sirene a Manhattan.

Paolo Odinzov ·

Al Salone di New York si fanno gli scongiuri. Le previsioni degli analisti per il 2018 vedono al ribasso le vendite negli Usa dopo sette anni di crescita. E le stime, a causa anche delle politiche protezionistiche di Donald Trump che potrebbero colpire il settore auto, trovano già conferma nel numero delle immatricolazioni dei primi due mesi dell'anno, -0,8% con un ribasso del 2,4% nel mese di febbraio. Senza contare che nel mercato americano è in atto un forte cambiamento, destinato a riservare sorprese, dovuto alla avanzata delle vetture ibride e a zero emissioni.

Tanti cavalli e tante spine

Proprio per questo motivo lo show della Grande Mela, in programma dal 30 marzo all'8 aprile, spacca la mela in due. Da una parte funge da palcoscenico per il battesimo di numerosi modelli a benzina tuttocavalli, dall'altra fa da trampolino di lancio per diverse automobili a batteria che mirano a conquistare il pubblico d'oltreoceano.

I modelli a benzina

Appartengono alla prima categoria vetture come la nuova e potentissima Cadillac CT6 V-Sport, variante top di gamma ad alte prestazioni da 550 cavalli della celebre berlina, la pompatissima Jaguar F-Pace SVR, che lancia la sfida ai cosiddetti suv di pista, prima fra tutte l'Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio. Oppure, la Maserati Levante GTS, la Kia K900 e la quinta generazione della Subaru Forester.

Le vetture "verdi"

Pronte a farsi vedere per la prima volta dal pubblico alla rassegna americana e destinate ad arricchire il fronte "verde" del mercato sono la nuova Toyota Rav4, con due motorizzazioni ibride oltre un 2 litri a benzina; la nuova Honda Insight solo ibrida eterna rivale della Toyota Prius, e la Volkswagen Atlas Cross Sport. Ovvero il concept che prefigura un suv a 5 posti della marca tedesca che sarà lanciato sul mercato Usa nel 2019 con una motorizzazione ibrida plug-in da 355 cavalli.

La "vecchia" Mini diventa elettrica

La Mini ha realizzato in occasione del Salone una versione della vecchia Cooper, restaurata ed equipaggiata con una propulsione completamente elettrica. Modello che neppure il geniale Alec Issigonis, padre della celebre utilitaria d'oltremanica, avrebbe mai potuto immaginare e che anticipa la nuova Mini EV destinata ad arrivare sulle strade il prossimo anno.

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

Gli operatori mobili hanno un nuovo cliente che cresce più degli altri, le connected cars. Nel 2018 la sola Verizon fatturerà un miliardo di dollari

· di Carlo Cimini

Secondo gli analisti del sito californiano Edmunds.com le vendite dei veicoli elettrificati negli Stati Uniti supereranno il 4%. In discesa invece le immatricolazioni totali