Ultimo aggiornamento  17 novembre 2019 00:36

Domenicali: la roadmap ibrida di Lamborghini.

Marco Perugini ·

Malgrado il prototipo Terzo Millennio svelato a dicembre, è ancora presto per parlare concretamente di una Lambo elettrica, ma la roadmap dell’ibrido è già stata tracciata a Sant’Agata Bolognese, nel rispetto della grande tradizione del marchio: la Aventador ibrida conserverà il motore a 12 cilindri, così come Urus avrà sempre il turbo. Lo ha annunciato a #ForumAutoMotive il presidente ed amministratore delegato di Lamborghini, Stefano Domenicali, dove ha ritirato il premio di “Personaggio dell’Anno” e ha parlato delle sfide future e dei successi conseguiti. Tra questi figura il nuovo supersuv Urus, che con il V8 biturbo da 650 cavalli lancia il marchio del Toro verso orizzonti inesplorati: la produzione annua è stata aumentata a 7.000 unità per soddisfare l’exploit di ordini registrati in tutto il mondo, a beneficio di fatturato e redditività.

Urus, "suv poliedrico"

“La capacità di un’automobile di generare emozioni ha un valore per Lamborghini – ha affermato Domenicali – e la Urus riesce ad estendere la sportività che ci contraddistingue fino alla dimensione quotidiana. Le nostre auto non sono state finora concepite per la mobilità di tutti i giorni, ma questo nuovo suv poliedrico risponde anche al fabbisogno primario di mobilità e cambia pelle a seconda delle occasioni". Il listino di Urus parte da 205.000 euro, ma il valore medio delle vetture ordinate si attesta intorno ai 240.000 euro con optional e personalizzazioni.

Tanti progetti, anche per il museo

Il gruppo Volkswagen ha annunciato investimenti per 90 miliardi di euro e a Lamborghini sarà assegnata una parte dei 40 miliardi destinati ad Audi. Secondo Domenicali, non saranno impegnati per sbarcare nella Formula E, dove la controllante Casa dei quattro anelli è già protagonista, ma serviranno per contrastare la concorrenza in un segmento fortemente competitivo, dove si rafforzerà anche Ferrari con il lancio delsuo suv. Questo nuovo modello del Cavallino incuriosisce Domenicali: “Vedremo come sarà e dove si posizionerà per prezzi e contenuti, ma il confronto è positivo perché alimenta la competitività di entrambi i marchi”. I progetti in cantiere sono tanti, come quelli di potenziamento del museo Lamborghini che sta avendo successo e necessiterebbe di uno spazio maggiore.

Manifattura Lamborghini

Sulle sirene della Borsa, Domenicali ammette che “siamo tra le aziende che stanno producendo enorme valore, ma scelte strategiche di questa portata non dipendono da noi. Mi piace parlare di una 'manifattura Lamborghini’ perché il fattore umano è preponderante nella nostra realtà di 1.500 addetti, la cui coesione interna ci rafforza. Capita spesso di trovarci tutti insieme a mensa e abbiamo già comunicato ai dipendenti il premio spettante per gli ottimi risultati di bilancio”.

Tag

Ferrari  · Lamborghini  · Museo  · SUV  · Urus  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Il marchio sportivo italiano vuole raddoppiare le vendite entro il 2019. Per il futuro in arrivo motorizzazioni con sistemi ausiliari di potenza a batterie

· di Paolo Odinzov

La Casa del Toro ha realizzato la Huracán Super Trofeo Evo 10th Edition per festeggiare dieci anni di campionati monomarca intercontinentali

· di Redazione

Svelato il nuovo suv di Sant’Agata Bolognese. Motore V8 biturbo da 650 cavalli, in vendita dalla prossima primavera con prezzi a partire da oltre 200.000 euro

· di Carlo Cimini

Il Santo Padre ha ricevuto in dono una Huracan special edition. La supercar sarà messa in vendita dalla casa d'aste Sotheby's. Il ricavato andrà in beneficenza

· di Paolo Odinzov

E' elettrico il prototipo della Casa del Toro sviluppato con il Massachussetts Institute of Technology (Mit) di Boston. Un vero laboratorio su quattro ruote