Ultimo aggiornamento  14 dicembre 2019 18:58

Enjoy dà il via al van sharing.

Marina Fanara ·

Dopo le persone, anche le merci ora potranno muoversi in modalità condivisa. A lanciare il servizio è Enjoy, il car sharing di Eni. Si tratta di una formula assolutamente inedita, perché è la prima al mondo in versione free floating: come per le auto, anche i furgoni a noleggio potranno essere presi e riconsegnati in qualsiasi punto della città all'interno della zona di copertura.

Flotta Doblò Cargo Fiat 

Enjoy Cargo è partito in via sperimentale a Milano, Roma e Torino con una flotta composta da 50 Doblò Cargo Fiat, con la tradizionale livrea rossa che contraddistingue le Fiat 500 del car sharing: 40 mezzi sono in versione benzina Euro 6 e 10 bi-fuel benzina-metano riconoscibili dalla scritta "Natural energy" sul portellone posteriore. Si tratta di veicoli con una capacità di carico fino a 3,4 metri cubi: quindi ci si può trasportare anche oggetti ingombranti, come mobili ed elettrodomestici di varie dimensioni.

I prezzi del noleggio

Sia a Milano che a Roma, il servizio è partito con 15 van a benzina e 5 esemplari bi-fuel, mentre a Torino sono disponibili i restanti 10 Doblò Cargo benzina Euro 6. Per quanto riguarda i costi, è stata introdotta una nuova tariffa fissa - "per semplificare l'uso dei mezzi", dicono in Enjoy -  pari a 25 euro che verranno pre-addebitati e comprendono due ore di noleggio e 50 chilometri di percorso, dopo di che per ogni minuto e chilometro in più si pagheranno 25 centesimi. Volendo, si può prenotare il mezzo in anticipo, fino a 90 minuti dall'inizio del noleggio: anche in questo caso, la prima mezz'ora è gratuita, poi si applica un extra di 25 centesimi ogni 60 secondi. Per l'affitto giornaliero il costo è di 80 euro.

Come per il car sharing, il servizio "merci condivise" è fruibile tramite app, dalla prenotazione alla consegna, mentre chi è già iscritto a Enjoy non ha bisogno di registrarsi nuovamente. Per guidare i van, basta avere la patente B da almeno un anno.

Sosta gratis e centro libero

Anche i vantaggi sono uguali a quelli riservati alle auto Enjoy: sosta gratuita negli stalli a pagamento e libero accesso nelle zone a traffico limitato. A Milano, quindi, si può lasciare il veicolo nelle strisce blu e in quelle gialle riservate ai residenti e si potrà entrare senza pagare in Area C. Anche a Roma la sosta è gratuita nelle strisce blu e si ha diritto al libero accesso in Ztl, ad eccezione della Tridente. A Torino, infine, si potrà circolare senza vincoli nelle Ztl Romana e Centrale (ma non nelle Ztl trasporto pubblico, pedonali e Valentino) e anche qui il parcheggio è gratuito all'interno delle strisce blu oltre che nei 144 stalli prima riservati al car sharing del Comune e che ora l'Amministrazione ha voluto concedere al nuovo van sharing per le merci.

Stop merci in doppia fila

"Una scelta", sottolinea Maria Lapietra, assessore alla Mobilità, "che dimostra quanto abbiamo apprezzato la decisione di Enjoy di proporre anche a Torino questa tipologia di servizio: è in linea con le scelte della città di favorire la mobilità condivisa e sarà molto apprezzata dai cittadini per la flessibilità offerta dalla formula a flusso libero. In più, la possibilità di parcheggiare gratuitamente i mezzi negli spazi a pagamento limiterà anche le soste in seconda fila o a motore acceso a vantaggio del traffico e della qualità dell'aria”.

Tag

Eni  · Enjoy  · Sharing mobility  · Van sharing  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il car sharing di ENI avrà la scatola nera su tutta la flotta per ricostruire la dinamica dei sinistri e sensibilizzare gli utenti a uno stile di guida più sicuro