Ultimo aggiornamento  18 agosto 2018 16:45

Digital Light, messaggi sulla strada.

Luca Gaietta ·

C'erano una volta i fari, quelli che illuminavano la strada con delle lampadine a incandescenza simili a quelle montate nelle abat-jour per leggere la sera a letto. Oggi ci sono i gruppi ottici così sofisticati che impiegano diodi led o fonti laser in grado di far "sparire" l'oscurità anche a una distanza di mille metri dalla vettura.

Frecce e simboli sull'asfalto

La Mercedes propone adesso proiettori Digital Light, riservati per adesso solo ad alcuni esemplari della Maybach Classe S. Hanno la funzione di proiettare immagini sull'asfalto per informare ad esempio il guidatore della presenza di veicoli o pedoni fermi in mezzo alla strada, individuati a distanza dai sistemi di assistenza alla guida e segnalati dai proiettori Digital Light con linee guida o frecce. Oppure riescono a marcare la strada con una serie di simboli preimpostati, in grado di indicare condizioni meteo, distanza dai veicoli che precedono e il superamento dei limiti di velocità.

Un milione di pixel per ottica

Grazie ai proiettori Mercedes Digital Light, la strada diventa una grande lavagna. La tecnologia con cui sono equipaggiati questi fari è, inoltre, più precisa di quella impiegata nei gruppi ottici "normali" a matrice di Led ed ha una risoluzione di un milione di pixel per ottica. Col risultato di adattare la luce a qualsiasi condizione climatica e situazione di guida, eliminando il rischio di abbagliare gli altri automobilisti.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Al Ces la casa tedesca ha presentato Mbux, inedita interfaccia uomo-macchina destinata alla nuova Classe A che debutterà al Salone di Ginevra 2018

· di Luca Gaietta

La Casa di Stoccarda festeggia il buon andamento nel mercato italiano e racconta i piani di domani: nuovi modelli elettrici e ibridi plug-in