Ultimo aggiornamento  27 giugno 2019 06:36

Mercedes, offensiva Usa a batterie.

Luca Gaietta ·

Mercedes-Benz prosegue nella sua strategia "verde" e risponde alle politiche protezionistiche di Donald Trump, investendo sull'elettrico negli Usa. Intenzionata ad offrire entro il 2022 almeno un'alternativa a batteria in tutti i segmenti, arrivando ad avere nella gamma oltre 50 veicoli a corrente, la Casa tedesca ha previsto di stanziare 1 miliardo di dollari per produrre nella sua fabbrica americana di Tuscaloosa, in Alabama, i suv del sub-brand EQ. Operazione che creerà oltre 600 posti di lavoro nel sito statunitense all'interno del quale vengono oggi realizzate più di 300mila vetture l'anno.

Produzione globale

I primi suv EQ usciranno da Tuscaloosa all'inizio del prossimo decennio. Lì vicino nascerà anche un nuovo impianto per la produzione degli accumulatori destinati alle sue vetture, seguendo un programma di sviluppo ed espansione supportato da investimenti per un totale di 1,18 miliardi di dollari. Intenzione del costruttore è infatti anche quella di creare una rete per la fabbricazione batterie flessibile ed efficiente, in grado di adeguarsi tempestivamente alla domanda del mercato.

Tag

Auto Elettrica  · Eq  · Mercedes  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Il colosso tedesco ha realizzato il terzo sito di stoccaggio delle batterie nella Westfalia meridionale con una potenza di 8,6 megawatt

· di Luca Gaietta

Il costruttore tedesco sviluppa una grande berlina a batteria della taglia di una Model S con un occhio al mercato cinese oltre che a quello americano

· di Luca Gaietta

La Casa di Stoccarda festeggia il buon andamento nel mercato italiano e racconta i piani di domani: nuovi modelli elettrici e ibridi plug-in