Ultimo aggiornamento  26 agosto 2019 11:45

Pescara mette la spina.

Marina Fanara ·

Dopo le bici elettriche, Pescara passa alle colonnine: si inizia con 19 postazioni che verranno installate entro la prossima estate. "Si tratta solo di un primo lotto", ha puntualizzato Stefano Civitarese, assessore alla Mobilità, "continueremo su questa strada perché la mobilità elettrica è un'importante opportunità per lo sviluppo sostenibile dei trasporti: un obiettivo prioritario per la nostra Amministrazione in vista di una maggiore qualità dell'aria, a vantaggio della salute dei cittadini e della salvaguardia dell'ambiente".

Colonnine intelligenti

Le nuove infrastrutture per la ricarica dei veicoli a batteria sono frutto di un protocollo siglato con Enel Energia: "Si tratta di uno dei pochi accordi fatti direttamente con il territorio", ha aggiunto l'assessore, "insieme al gestore abbiamo elaborato un progetto di stazioni elettriche intelligenti che, grazie all'adozione di tecnologie avanzate, permette il controllo e la gestione in remoto delle colonnine".

A breve, verrà perfezionata l'intesa, dopodiché spetterà al Comune indicare, con un piano dettagliato, dove verranno posizionati i punti di ricarica. "Sicuramente nei parcheggi d'interscambio e, in generale, nelle zone strategiche della città, alla portata non solo dei cittadini, ma anche dei turisti". 

I progetti della città

L'installazione delle colonnine, sottolineano al Comune, è a costo zero per l'Amministrazione. Ogni postazione sarà dotata di due spine per il rifornimento in contemporanea di due veicoli. Nel frattempo, Pescara ha già avviato altri progetti di mobilità a zero emissioni, come quello che si è aggiudicato un milione di euro da parte del governo per gli spostamenti casa-lavoro. Prevede, tra le varie iniziative, l'acquisizione di 150 bici elettriche da affidare, a turno, per un mese, alle aziende del territorio, affinché le facciano provare ai propri dipendenti che avranno, poi, la possibilità di acquistare il mezzo a prezzo agevolato, grazie a un contributo del Comune. 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Al via il progetto Pesos che ha ottenuto il cofinanziamento del Governo. Prevede molti interventi per la ciclabilità e il primo corso per mobility manager d'azienda

· di Marina Fanara

Il progetto del Comune per rendere sostenibili gli spostamenti casa-lavoro sarà finanziato dal governo: rete ciclabile, incentivi e un nuovo sistema di bus

· di Marina Fanara

Il Comune replica così a un gruppo di cittadini che si oppone alla costruzione di una pista ciclabile perché provocherebbe "ghettizzazione"