Ultimo aggiornamento  19 novembre 2019 21:35

Dainese e Pagani per la Huayra Roadster.

Antonio Vitillo ·

Nel 1490 Leonardo Da Vinci iniziò a studiare il volo degli uccelli. E a disegnare macchine volanti. Fra le quali una ad ali battenti chiamata Ornitottero. E' proprio questo il progetto che ha ispirato Dainese e Pagani Automobili, aziende italiane note nel mondo, che hanno lavorato insieme per la realizzazione di un’innovativa cappottina destinata alla Huayra Roadster.

Materiale leggero

La struttura è composta da un insieme di componenti in fibra di carbonio ad alta elasticità sviluppati da Pagani, collegati da cerniere di alluminio e titanio a formare una struttura che tende il tessuto tecnico, realizzato con un esclusivo materiale impermeabilizzato, messo a punto da Dainese. La cappottina, avendo zone di piega predeterminate, si può chiudere celermente e con precisione, riducendo al minimo l'ingombro e garantendo una maggiore durata.

“Abbiamo creato questa novità - ha detto Horacio Pagani, Chief Designer di Pagani Automobili - con lo scopo preciso di fornire ai clienti un tetto pieghevole maneggevole e di minimo volume".

La cappottina è stata concepita come una "tensostruttura, leggera e resistente”. ha aggiunto Cristiano Silei, Ceo del Gruppo Dainese: “Dar vita a qualcosa di ricercato, e farlo in collaborazione con un marchio prestigioso come Pagani Automobili, non può che renderci orgogliosi”.

Tag

Dainese  · Pagani  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Garage Italia Custom ha realizzato una versione esclusiva della supercar di San Cesario sul Panaro, ispirata alla concept Fiat Turbina del 1954