Ultimo aggiornamento  24 aprile 2019 14:22

Daimler, avanti tutta in Cina.

Luca Gaietta ·

Daimler rafforza ulteriormente i suoi legami con la Cina. Dopo l'ingresso nel suo capitale da parte della Geely, che ha preso il controllo del 9,69% dell'azionariato, il costruttore tedesco è intenzionato ad incrementare la produzione in loco di vetture con il partner Baic con il quale la scorsa estate ha già stretto una joint venture sulle auto elettriche.

Nuovo stabilimento e più elettriche

L'alleanza adesso fa un passo avanti grazie a un investimento congiunto di oltre 11,9 miliardi di yuan (pari a circa 1,5 miliardi di euro) per realizzare un futuro impianto, da aggiungere alla fabbrica già esistente di Yizhuang, destinato a produrre vari modelli a marchio Mercedes-Benz: compresi veicoli ibridi ed elettrici viste le recenti normative del governo di Pechino secondo le quali entro il 2025 il 20% della auto prodotte nella Repubblica Popolare dovrà essere a batteria.

La benedizione di Li Shufu

Il nuovo piano di sviluppo di Daimler e Baic è stato apprezzato dal miliardario cinese Li Shufu, proprietario della Geely che detiene anche la Volvo, "convinto - si legge in un comunicato ufficiale del produttore cinese - dalla forza innovativa di Daimler, dalla sua strategia di crescita e del potenziale futuro".

Tag

Baic  · Cina  · Daimler  · Zeehang Geely Holding Group  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Geely starebbe rastrellando azioni del colosso tedesco per diventarne il maggior investitore, anche se resterà sotto il 10%. Affare da 7,5 miliardi di euro