Ultimo aggiornamento  14 dicembre 2019 12:27

Sardegna, 15 milioni per l'elettrico.

Marina Fanara ·

La svolta verde in Sardegna vale 15 milioni di euro, di cui 11 verranno spesi per realizzare una capillare rete di ricarica per i veicoli elettrici e i restanti 4 destinati alle imprese sotto forma di incentivi per l'acquisto di veicoli a batteria. Il primo lotto conterà su 650 colonnine, tradizionali e veloci.

Un piano antismog

"Siamo molto soddisfatti", ci dice Maria Grazia Piras, assessore regionale all'Industria, "questo è uno dei passi importanti per la realizzazione del nostro Piano energetico che prevede anche la metanizzazione dell'isola (dove finora questo gas non arriva) e l'uso delle rinnovabili". "L'impegno che ci siamo assunti", aggiunge, "è dimezzare entro il 2030 le emissioni inquinanti, soprattutto gas serra e CO2. Il tutto grazie ai fondi previsti per lo sviluppo e la coesione (Fsc 2014-2020) e al Patto per la Sardegna siglato col governo nel 2016, che ha permesso di poterci muovere concretamente e contare su risorse certe".

Corrente lungo l'isola

Le 650 stazioni di ricarica previste in questa prima fase del progetto verranno suddivise tra Città metropolitana di Cagliari (299 colonnine), Nuoro Oristano (54 impianti ciascuno), Olbia (72) e Rete metropolitana del nord Sardegna (comprende i comuni di Alghero, Castelsardo, Porto Torres, Sassari, Sennori, Sorso, Stintino e Valledoria) per un totale di 146 punti di ricarica. Le restanti 25 colonnine saranno installate lungo i principali assi viari della Regione: la statale 131 Cagliari-Porto Torres e la 130 tra Cagliari e la parte sud occidentale dell'isola (Iglesiente). Nel complesso il territorio interessato conta 865 mila abitanti (il 52% dei residenti nell'isola), copre i principali capoluoghi della Regione e genera il 75% degli spostamenti quotidiani.  

Patto elettrico con i sindaci

"Per la ripartizione degli impianti", ci spiega l'assessore, "ci siamo basati su parametri come tasso di traffico e densità di popolazione. Ma il punto qualificante del progetto è che nasce da un grande lavoro di squadra tra noi e i comuni interessati che ha portato alla firma di un protocollo d'intesa tra la regione e i sindaci e che rientra nella strategia della nostra Giunta in tema di Smart grid e Smart City. In questa maniera abbiamo scongiurato che ognuno andasse per la propria strada e sviluppasse iniziativa diverse. Questo avrebbe compromesso la buona riuscita di questo piano. Grazie all'accordo, invece, abbiamo creato un'unica cabina di regia, uniformando regole, procedure e tempi: chi si aggiudicherà la gara dovrà seguire alla lettera le indicazioni su dove e come installare le colonnine". 

Incentivi, ma non per tutti 

L'esatta localizzazione delle stazioni di rifornimento lungo le due superstrade, invece, è ancora oggetto di valutazione tra la Regione e l'Anas, ma, nel frattempo, sono stati assegnati altri 600 mila euro al comune de La Maddalena per l'avvio di un progetto sperimentale di mobilità elettrica in un'isola a grande valenza turistica. Quanto ai tempi, la Regione sta predisponendo il bando sulle infrastrutture che dovrebbero essere installate già nel corso di quest'anno e sta formalizzando le procedure per assegnare il contributo all'acquisto di veicoli a batteria esclusivamente alle imprese del settore mobilità e turismo, come alberghi, noleggio auto, distribuzione urbana delle merci, car sharing.

"Certo, per una vera svolta verde della mobilità", conclude l'assessore all'Industria, "oltre alle infrastrutture di ricarica bisognerebbe dare incentivi all'acquisto di auto a batteria anche ai comuni cittadini, ma servono molti soldi che noi non abbiamo. I comuni possono limitarsi a garantire vantaggi come l'ingresso libero e il parcheggio gratuito in centro. Per il resto, non ci resta che sperare in un intervento dello Stato".

Ti potrebbe interessare

· di Francesca Nadin

A fine anno, a Villacidro, entrerà in funzione una mega area di servizio per il rifornimento di gas naturale per auto e camion. E non solo...

· di Elisa Malomo

L’Ente che gestisce il parco naturale dell'isola al largo della Sardegna acquista quattro C-Zero Citroën e punta alla mobilità ecosostenibile

· di Redazione

La Giunta regionale ha approvato un provvedimento per lo sviluppo dei veicoli a batteria: sconti per l'acquisto, niente bollo e contributi per la ricarica in casa

· di Francesca Nadin

Il progetto dal Comune per rendere più sostenibili i percorsi casa-scuola e casa-lavoro ha avuto l'ok del governo. Obiettivo: meno traffico e smog

· di Marina Fanara

La Regione adotta un Piano da 15 milioni di euro per l'acquisto di veicoli a batteria, l'installazione di colonnine di ricarica e per incentivare le aziende a zero emissioni