Ultimo aggiornamento  20 maggio 2019 06:28

Una Kia senza apostrofo.

Gianluca Pezzi ·

MONACO - Kia CEED all’esame di maturità. Kia cee'd perde l’apostrofo così come l’iniziale minuscola per diventare ora ufficialmente Kia CEED. Grandi e piccole differenze rispetto ai modelli precedenti con un minimo comune denominatore: è un'auto pensata, progettata e costruita in Europa per gli automobilisti europei. Parola di Gregory Guillaume, European Head of Design, che a Francoforte è a capo di un team di una trentina di designer provenienti da una decina di Paesi diversi. Dal 2005 in Kia, è un veterano che è stato tra i protagonisti dei rapidi cambiamenti del marchio coreano. Un ostacolo trasformato in vantaggio, ovvero il non dover fare i conti con l’eredità, talvolta pesante, di vetture presenti sul mercato da decenni.

Prima generazione nel 2006

Ecco allora la prima c’eed del 2006: una vettura piuttosto seriosa, che puntava molto alla razionalità come trampolino per il salto di qualità operato dai coreani in proprio quel periodo. Nel 2012 cambia pelle, trasformandosi in una automobile che sembrava voler gridare al mondo “Hey, guardate come sono bella”. Linee più fluide, tratti marcati, ed un design a cuneo che le conferiva una certa aggressività. Il tutto con quell’allegria e vivacità di un teenager che ha voglia di mettersi in mostra.

Oltre 1,2 milioni di unità vendute

La CEED di oggi è più matura, e nonostante le lettere maiuscole che nel gergo internet significano alzare la voce, non ha davvero bisogno di gridare al mondo la propria presenza. Si, perché dopo 1,28 milioni di unità vendute, la CEED è una realtà consolidata nel panorama europeo. Come una ventenne che sa chi è e dove vuole arrivare, si presenta nel 2018 con una veste nuova, gradevole ma senza eccessi. La nuova CEED ha perso la vocazione battagliera del 2012 grazie un design più “rilassato”, ottenuto abbassando ed arretrando leggermente la posizione di guida. Più bassa di 23 mm e più larga 20 mm rispetto alla versione precedente, non vuole però perdere per strada la propria muscolarità. Le linee sono più definite, più chiare e decise. Questo ha portato ad un migliore gioco nelle proporzioni, quasi che la CEED si fosse liberata di qualcosa di superfluo, senza per altro mai rinnegare il passato. Mai fuori luogo è l'evidente “contaminazione” Stinger.

Coreana digitale

Il futuro di CEED è comunque tecnologico, senza se e senza ma. E’ la prima Kia disponibile con il Lane Following Assist di “livello 2”, dove la scala va da 0 a 6: il sistema rileva i veicoli che precedono la vettura, ed identifica gli eventuali spazi nelle altre corsie per spostarsi in sicurezza in caso di traffico. Rileva inoltre i segnali stradali per mantenere l’automobile nella propria corsia in autostrada, controllandone l'accelerazione, la frenata e lo sterzo a seconda degli altri veicoli che la precedono, mantenendo inoltre la distanza di sicurezza ad una velocità massima di 130 km/h.

Sistema salva pedoni

A proposito di sicurezza, ai sette airbag si aggiungono una decina di sistemi di sicurezza attivi, che comprendono anche il nuovo riconoscimento pedoni con feedback tattile sul volante. Tecnologia anche per gli interni, che ricalcano il già collaudato stile Kia: la plancia dominata da linee orizzontali, una grafica chiara ed intuitiva, il display dell'infotainment al centro della console. Due le versioni dello schermo, 5,7 e 8 pollici, con possibilità di affidare la qualità audio all’impianto JBL con sistema Clari-Fi. Sul fronte motorizzazioni, si parla di tre motori benzina, 1.4 Mpi da 100 cavalli, il 1.0 T-GDI 120 cavalli ed il nuovo 1.4 T-GDI 140 cavalli. I diesel saranno basati sul nuovo U3 1.6 CRDi, in due versioni da 115 e 136 cavalli, con sistema Scr per il trattamento del gas di scarico e omologato Euro 6d TEMP.

L’inizio della produzione a Žilina in Slovacchia, è fissato per il secondo trimestre del 2018. Prezzi ancora da definire, anche se ci hanno assicurato saranno assolutamente competitivi. Certa l’ormai tradizionale formula della garanzia 7 anni / 150.000 km.

Tag

ceed  · Francoforte  · Kia  · 

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Pronta la nuova cinque porte con motori benzina e diesel e avanzati sistemi di assistenza al guidatore. Dal 2019 anche ibrida. Prezzo da 25.000 euro

· di Giulia Paganoni

La piccola coreana aggiunge una nuova versione più potente e ricca nelle dotazioni. Attenzione a sicurezza e a infotainment. Divertente da guidare in città ha un prezzo di 15mila...

· di Gianluca Pezzi

Il costruttore di Seul presenta al Salone di Ginevra le nuove Ceed in versione Sportwagon e berlina e la Rio GT Line

· di Paolo Odinzov

Sotto i riflettori delle Olimpiadi, il gruppo sudcoreano punta a una ripresa delle vendite globali investendo decisamente sulla elettrificazione

· di Paolo Borgognone

Spot esclusivo della Casa coreana per la finale del campionato di football Usa. Il leader degli Aerosmith, Steven Tyler, torna giovane a bordo di una Stinger

· di Paolo Odinzov

La Casa di Seoul sfida i marchi tedeschi con una berlina ad altre prestazioni equipaggiata al top di gamma con un V6 benzina da 370 cavalli