Ultimo aggiornamento  21 marzo 2019 18:43

Oxford, le elettriche caricano la rete.

Sergio Benvenuti ·

Cento veicoli a batteria (auto e furgoni) parteciperanno al progetto V2go che vuole sperimentare la possibilità di uno scambio energetico tra i veicoli elettrici e la rete. Lo studio, presentato da Edf Energy R&D, ha ottenuto una quota del fondo governativo inglese di 33 milioni di euro dedicato alla strategia industriale per l'elettrificazione e si svolgerà a Oxford.

 

Rete intelligente

Il nuovo progetto studia la possibilità di un'interazione tra i veicoli elettrici e la gestione dell'elettricità nelle città. L'energia immagazzinata nelle batterie delle vetture potrebbe essere immessa nella rete durante le ore di punta per servire, ad esempio, nelle abitazioni: quando la richiesta cala - nelle ore serali e di notte -  potrebbe tornare a ricaricare i mezzi per consentire ai guidatori di ripartire per le loro attività. Un nuovo piano per creare una rete intelligente, senza sprechi che serva anche a illuminare le abitazioni. 

I partner dell'iniziativa sono l'Università di Oxford e l'Oxfordshire County Council. Il progetto è uno dei 21 prescelti a cui è stato assegnato una quota del fondo governativo. Il ministro dei trasporti britannico Jesse Norman ha dichiarato: "Con l'aumento dei veicoli elettrici e dell'autonomia delle batterie, c'è un'enorme opportunità per rivoluzionare il mondo. L'obiettivo rimane quello non sprecare l'elettricità e saperla gestire al meglio".

Tag

Energia  · Innovazione  · Oxford  · progetto  · 

Ti potrebbe interessare