Ultimo aggiornamento  26 febbraio 2020 12:49

L'arca di Elon Musk.

Paolo Borgognone ·

Elon Musk colpisce ancora. Non contento aver lasciato il mondo a bocca aperta lanciando nello spazio un razzo (il più potente di sempre) con dentro un manichino antropomorfo, una Tesla Roadster (la sua) e una selezione di canzoni di David Bowie, il manager sudafricano ha pensato bene di far partire anche un preziosissimo disco in quarzo - chiamato Arch Library - dalla incredibile capacità di 360 terabytes. Piccolo particolare: Arch (arco, in inglese), in questo caso si pronuncia Ark, ovvero Arca. Chiaro il senso, no? 

Disco in 5D

All'interno del piccolo ma indistruttibile oggetto costruito con una tecnica ottica chiamata 5D e destinato a vagare nel cosmo nascosto nel cruscotto della Roadster, un libro. Ma mica un libro qualunque: "Il ciclo della fondazione", una saga in sette volumi scritta dal più grande autore di fantascienza di sempre, Isaac Judovic Asimov, e considerata la Bibbia di chiunque ami il genere. 

Un disco per l'umanità

L'incredibile oggetto è stato realizzato da Arch Mission Foundation, un gruppo internazionale di scienziati che conta di creare dei dischi poco più grandi di un'unghia, capaci di contenere (in 360 terabyte) tutto lo scibile umano (c'entrerebbero tutte le biblioteche del mondo digitalizzate più l'intera enciclopedia di Wikipedia) e, in un futuro, anche il nostro dna da spedire nello spazio, insieme con una mappa del sistema solare che indica esattamente il punto di partenza. 

Di questi dischi ne esistono, per ora, solo due al mondo: uno è quello in volo per Marte, l'altro - per ora - è al sicuro nella biblioteca personale di casa Musk. Ne verranno presto realizzati almeno altre tre. 

Tag

Arch Library  · Dna  · Elon Musk  · Isaac Asimov  · Space X  · 

Ti potrebbe interessare

· di Monica Secondino

Musk punta lo spazio, ma i conti del costruttore di elettriche non tornano. Nel 2017 perdita netta di 675 milioni, indebitamento a 10 miliardi