Ultimo aggiornamento  20 maggio 2019 08:41

Test umani, Volkswagen sospende un manager.

Redazione ·

Il gruppo Volkswagen, accusato prima dal New York Times e poi dalla stampa tedesca per lo scandalo dei test sulle emissioni dei motori diesel che sarebbero stati effettuati su esseri umani e scimmie, ha deciso di sospendere a tempo indeterminato il responsabile per la sostenibilità e la comunicazione Thomas Steg

Lo stesso Steg avrebbe comunicato all'azienda di assumersi la completa responsabilità degli esperimenti che hanno riportato l'industria automobilistica tedesca sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo. Il posto di Steg, primo manager a rimanere coinvolto nello scandalo, è stato momentaneamente preso da Jens Hanefeld, responsabile delle politiche del gruppo Volkswagen in Europa e in America. 

Test sugli umani

Lo scandalo è scoppiato dopo quanto scritto dal New York Times: un centro di ricerca in New Mexico finanziato da Volkswagen, Bmw e Daimler avrebbe effettuato nel 2014 dei test su delle scimmie, costrette a respirare gas di scarico di una Volkswagen Beetle. L'esperimento avrebbe avuto lo scopo di dimostrare che le emissioni di ossido di azoto e altre sostanze prodotte dai motori diesel non sarebbero nocive. La notizia è stata subito ripresa dalla stampa tedesca che ha rincarato la dose, affermando che l'università tedesca di Aquisgrana avrebbe effettuato test simili anche su volontari umani.

Tag

BMW  · Daimler  · Diesel  · Volkswagen  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Bevagna

Bmw, Daimler e il gruppo Volkswagen accusate di aver utilizzato scimmie e cavie umane per test sulle emissioni dei gas di scarico dei motori diesel