Ultimo aggiornamento  17 giugno 2019 11:43

Psa, il benzina è più pulito.

Giulia Paganoni ·

A pochi giorni dall'annuncio di Carlos Tavares, numero uno del gruppo Psa (Peugeot, Citroen, DS e ora anche Opel) che ha parlato di un piano per l’introduzione di 40 modelli elettrificati entro il 2025 all’interno di un programma "green", prosegue la serrata roadmap del costruttore francese verso la riduzione delle emissioni. E' il caso dell’aggiornamento del motore benzina Pure Tech a 3 e 4 cilindri che prevede ora l’introduzione del filtro antiparticolato, dispositivo finora utilizzato solo sui propulsori diesel.

Euro 6.2

Dall’inizio 2018, i modelli dei cinque brand del gruppo monteranno il Pure Tech a 3 o 4 cilindri con un filtro antiparticolato o Gpf (Gasoline Particule Filter) in grado di trattare le emissioni delle motorizzazioni benzina a iniezione diretta, con un’efficacia superiore al 75%. Grazie a questi aggiornamenti, i motori francesi rispondono alla norma Euro 6.2 che entrerà in vigore a partire dal 2020. Inoltre Psa, seppur non ancora richiesto, già sottopone i propri veicoli alle prove Real Driving Emission (RDE) per una valutazione in condizioni reali delle performance.

Compattezza e flessibilità

Per poter sfruttare economie di scala tra i brand, i motori Pure Tech sono stati migliorati e resi più compatti. Questo ha fatto in modo che possano essere montati su veicoli differenti ottimizzando anche l’aerodinamica e di conseguenza riducendo i consumi. Stesso risultato che si ottiene anche attraverso sistemi come il free wheeling, un ritorno dal motore al minimo con disaccoppiamento del cambio (EAT8) in fase di rilascio per velocità comprese tra i 20 e i 130 chilometri orari.

Investimenti e produzione

Il Pure Tech ha vinto per tre volte consecutive il premio "motore dell’anno", grazie a investimenti di ricerca e sviluppo che ammontano a 420 milioni di euro, cui vanno aggiunti altri 120 milioni per le spese industriali. I livelli di potenza variano e vanno dagli 82 cavalli ai 130 per il tre cilindri e 180 e 225 cavalli per il quattro cilindri. La lavorazione e l’assemblaggio del tre cilindri viene svolta nei siti di Française de Mécanique (Douvrin), Trémery (vicino a Metz) e a Xiang Yang (Cina). Mentre il quattro cilindri, viene prodotto anche a Shenzhen (CAPSA) in Cina.

Tag

Carlos Tavares  · PSA  · Pure Tech  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il ceo Tavares annuncia che il gruppo francese realizzerà per quella data versioni a batteria di tutti i modelli della sua gamma. E conferma il ritorno in America

· di Stefano Antonetti

Il nostro Paese è il secondo mercato per importanza in Europa dopo la Francia. L’integrazione di Opel e la difficile scommessa Ds