Ultimo aggiornamento  18 novembre 2018 10:44

Berlino, rivoluzione in bici.

Paolo Borgognone ·

La rivoluzione delle biciclette conquista Berlino. La capitale della Repubblica Federale tedesca, patria di alcuni dei costruttori di automobili più importanti del mondo, ha scelto tramite un referendum che ha raccolto oltre 100.000 firme, di dotarsi di una rete di "autostrade" per le due ruote e di proteggere i tratti principali delle sue piste ciclabili in modo da renderle sicure. 

50 milioni di euro

La città, che vanta oggi circa 4 milioni e mezzo di abitanti, spenderà 50 milioni di euro per portare avanti i progetti approvati via referendum. Si tratta di un cambio epocale per una metropoli nella quale circa l'80% degli abitanti possiede una bicicletta ma che - rispetto alle altre "capitali" delle due ruote, come per esempio Copenhagen - ha sempre speso molto meno per dotarsi di infrastrutture all'altezza. 

La nuova norma, figlia della consultazione popolare di marzo 2017, consentirà la costruzione di 12 superstrade per le biciclette che connetteranno il centro della città con i sobborghi più popolosi. Si tratta di oltre 100 chilometri di piste larghe 3 metri e 66 centimetri e che verranno protette da speciali cordoli e da muretti per renderle totalmente sicure. Lo stesso succederà per le ciclabili già presenti in città.

Il posto giusto 

Entro il 2025, dice la legge, dovranno essere costruiti anche 50.000 parcheggi per le biciclette. È stato calcolato che il percorso medio per un pendolare che voglia andare al lavoro in centro sia di circa 4 chilometri, su un terreno particolarmente pianeggiante e quindi favorevole. 

Naturalmente il progetto ha incontrato delle resistenze. Un giornale popolare diffuso in città titolava lo scorso anno a nove colonne: "Non dimenticate chi guida". E lo stesso sindaco social democratico della capitale, Michael Muller, è "scivolato" sull'argomento. In un discorso pubblico ha infatti lamentato che le nuove vie ciclabili "avrebbero sottratto posto ai parcheggi per le auto" e ha fatto l'esempio di una strada sulla quale non avrebbe voluto vedere cambiamenti: qualcuno ha poi scoperto che è la stessa via dove abita proprio il primo cittadino. In compenso altre città tedesche si stanno organizzando e contano di seguire l'esempio di Berlino: tra queste Amburgo e Monaco di Baviera

Tag

Berlino  · Due ruote  · Germania  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Si chiamerà Radbahn - più o meno autostrada per biciclette - il nuovo progetto bike-friendly di stampo scandinavo presto operativo a Berlino