Ultimo aggiornamento  23 settembre 2019 22:25

Supercar elettrica, chi sfida Ferrari.

Redazione ·

"Se qualcuno fa la supercar elettrica, la fa Ferrari. Sarà la prima a farlo: la faremo, è un dovuto", ha detto Sergio Marchionne a margine del Salone di Detroit. Aggiungendo che Ferrari farà anche il suo suv tra la fine del 2019 e il 2020, “il più veloce del mercato”, secondo quanto riporta Bloomberg. Le due dichiarazioni sono arrivate molto a sorpresa, considerando che finora il costruttore non ha mai svelato nessun prototipo di entrambi i modelli, né dato altre indicazioni. Per non dire che fare un suv nuovo di zecca in due anni non è produttivamente credibile.

Quelle in vendita

Detto che una supercar elettrica Ferrari sarebbe comunque un unicum per il prestigio mondiale del marchio (se confermata nei piani), appare tuttavia difficile sostenere che “sarà la prima”. La Tesla vende già da tempo la Model S – berlinona cinque porte di quasi cinque metri – con un doppio propulsore elettrico nella versione P100 D capace di una accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 2,7 secondi. Entro la fine di quest’anno, la Porsche metterà in vendita la Mission E, una supercar a zero emissioni che di secondi ce ne mette 3,5 nella classica prova di accelerazione, grazie a una potenza di 440 chilowatt, equivalente a 600 cavalli.

Fisker e le altre

Poi ci sono i prototipi di supercar a batteria, alcune delle quali potrebbero arrivare sul mercato anche queste prima della Ferrari. La scorsa settimana al Ces di Las Vegas l’imprenditore danese naturalizzato americano Henrik Fisker ha presentato la EMotion, vettura con 640 chilometri di autonomia dichiarati con una sola carica, elettrica con potenza pari a 782 cavalli, prezzo al pubblico equivalente a circa 108.000 euro e consegna entro i primi mesi del 2019. Sempre, naturalmente, che Fisker non faccia flop, come gli è già accaduto con la sua supercar ibrida plug-in Karma, vista per la prima volta a Detroit nel gennaio del 2008. 

La Terzo Millennio

C’è poi la Terzo Millennio, supercar firmata da Lamborghini svelata nel dicembre scorso a Miami. Futuro assicurato, tempi però ancora incerti, mentre è già realtà - rispetto a quello della Ferrari - un supersuv come Urus con motore termico (e poi anche ibrido) in vendita da aprile. Né in questa corsa da sogno sfigura la Miss R Concept presentata da Xing Mobility, società di Taiwan, supercar elettrica con potenza dichiarata di 1.000 chilowatt, pari a 1.341 cavalli, già intravista in test su strada.

Una inglese e una italiana

Per il 2020, la società inglese Ariel Motor Company ha promesso che metterà sul mercato la sua supercar a zero emissioni, una biposto con potenza pari a 1.200 cavalli, 2,5 secondi nello 0-100. E si è fatta ammirare non poco al Salone di Torino l’anno scorso la supercar elettrica italiana FV-Frangivento Charlotte Gold Edition, prototipo da serie limitata dall'azienda fondata dal designer Giorgio Pirolo e dall’imprenditore Paolo Mancini. A bordo, un acquario tropicale dietro i sedili posteriori per generare dei particolari riflessi di luce nell’abitacolo. Sotto, quattro unità elettriche, sistemate due all’avantreno e due al retrotreno, che sviluppano complessivamente 660 chilowatt, pari a 885 cavalli, con velocità di punta dichiarata di 305 chilometri orari e una accelerazione da 0 a 100 km/h in 2,6 secondi. Una Ferrari potrebbe certo fare ancora meglio, ma quando?

Tag

Ferrari  · Marchionne  · Supercar  · SUV  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

La trimestrale chiude con numeri da record per utili e ricavi. Previsione di vendite a 8.400 unità entro dicembre. Marchionne ritocca al rialzo le stime per l’intero anno

· di Paolo Odinzov

Per circa 4 milioni di euro, si può acquistare il nuovo bolide lasciandolo però in custodia a Maranello. E per l'uso, decidono sempre al Cavallino