Ultimo aggiornamento  12 dicembre 2019 15:34

Volkswagen investe negli Usa.

Sergio Benvenuti ·

Entro il 2020, il gruppo Volkswagen investirà una cifra equivalente a 2,8 miliardi di euro per lo sviluppo e la produzione di nuovi modelli destinati al mercato americano. La notizia rimbalza dal Naias di Detroit, in corso di svolgimento fino al 28 gennaio, dove il costruttore tedesco ha presentato la settima generazione della Jetta. 

Wolfsburg rilancia

La Jetta, completamente rivisitata proprio per andare incontro ai gusti del pubblico statunitense, sarà l'elemento chiave della nuova strategia del marchio di Wolfsburg che vuole lasciarsi definitivamente alle spalle i problemi derivati dal dieselgate. "Insieme con la Golf, la Passat e la Beetle, la Jetta è stata un elemento chiave del nostro successo negli Stati Uniti. A partire dal 2020 vogliamo offrire ai nostri clienti americani due nuovi modelli ogni anno, così da coprire i segmenti chiave del mercato", ha commentato il ceo di Volkswagen Herbert Diess. In Nord America, nel 2017, Volkswagen ha venduto 592.000 veicoli, con una crescita dell'1,9% rispetto alle 580.600 unità commercializzate l'anno precedente. 

Progetti futuri 

La cifra annunciata da Volkswagen sarà destinata anche a finanziare i due prossimi progetti del marchio in America: nel  corso del 2018 dovrebbe arrivare negli Usa la Arteon, mentre la nuova versione della Passat è calendarizzata per il 2019.

"Vogliamo conquistare nuove quote di mercato e scalare posizioni nelle preferenze degli automobilisti americani", ha dichiarato Hinrich Woebcken, amministratore delegato della sezione business di Volkswagen negli Usa che ha auspicato anche che il gruppo possa riprendere a vedere degli utili - dopo i consistenti investimenti di questi anni - già a partire dalla fine del 2019

Tag

Investimenti  · Mercato auto  · USA  · Volkswagen  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La nuova generazione del big suv di Wolfsburg verrà presentata al Salone di Pechino e promette di sorprendere con dotazioni esclusive e prestazioni superiori

· di Paolo Borgognone

Il governatore dello stato Usa utilizzerà per una flotta a batteria parte dei 68 milioni di dollari ricevuti come compensazione per il dieselgate