Ultimo aggiornamento  21 aprile 2019 08:07

Una Harley per Gagarin.

Antonio Vitillo ·

Il 12 aprile del 1961 - in piena guerra fredda - il cosmonauta sovietico Yuri Gagarin fu il primo essere umano a completare un’orbita del pianeta terra, diventando un eroe nazionale. Per rendergli omaggio, due "customizzatori" bielorussi, Yuri Shif e Dmitry "Dimos" Lobanok, sono partiti da un modello leggendario del “nemico” americano, una Harley Davidson.

A bordo del Vostok 1

I due appassionati hanno utilizzato un telaio Softail del 2003, modificandolo per far spazio a nuove sospensioni e a cerchi futuristici, da 21 pollici all’anteriore e 18 al posteriore. La ciclistica contiene anche un motore Twin Cam 88 di 1.145 centimetri cubici. I richiami alla navicella spaziale Vostok 1 che portò Gagarin a spasso intorno al pianeta sono molteplici: a partire dal filtro dell’aria “a turbina” posto fra la V dei cilindri, per arrivare alla sigla CCCP che campeggia sul cupolino.

Vestito vintage

Tutto, in questo progetto, è in stile vintage: forme, colori, linee aerodinamiche. Sul serbatoio è ovviamente scritto Yuri Gagarin, mentre sul parafango posteriore è riportata la copia autografa di una celebre dichiarazione del primo uomo che ebbe la fortuna di osservarci tutti dall’alto: "Girando attorno alla Terra, nella navicella, ho visto quanto sia bello il nostro pianeta. La gente dovrebbe pensare a preservare e accrescere questa bellezza, non a distruggerla". 

Tag

America  · Harley Davidson  · Vostok I  · Yuri Gagarin  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Lo stand all'Eicma del marchio a stelle e strisce racconta un 2017 zeppo di novità. Spicca la Sport Glide, moto turistica che si "spoglia" per diventare cittadina