Ultimo aggiornamento  22 ottobre 2019 08:51

Cina, l'elettrico fa boom.

Carlo Cimini ·

In Cina la domanda per i veicoli elettrici è in continuo aumento. Le vendite delle auto a zero emissioni, completamente a batteria, ibridi e ibridi plug-in nel Paese asiatico sono aumentate dell'83%, rispetto all'anno passato, fino a raggiungere 119.000 unità nel solo mese di novembre 2017.

L'elettrico scala posizioni

Il successo è stato raggiunto, ed è facilmente ipotizzabile possa proseguire nei prossimi mesi, grazie ai sussidi governativi che attraggono tanti acquirenti. Il mese scorso sono stati immatricolati 102.000 veicoli elettrici, con un incremento del 75% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Per quanto riguarda le consegne delle ibride plug-in il numero è aumentato del 154%: si registrano infatti 17.000 veicoli. In totale, se consideriamo l'anno solare 2017, la somma degli acquisti elettrificati segna un +51% che tradotto in cifre significa 609.000 vetture bassissime emissioni in più in strada. E' importante sottolineare come i sussidi governativi non riguardino le le ibride con motore benzina, come la Toyota Prius.

La rivoluzione continua

Pechino, Shanghai e altre metropoli e grandi città della Cina hanno imposto severe restrizioni, vietando la commercializzazione dei modelli con motore tradizionale per invogliare i consumatori a scegliere l'elettrico. Nel 2019 lo stesso governo introdurrà il programma Carbon Credit: tecnicamente sono delle concessioni per l'emissione di una tonnellata di anidride carbonica nell'atmosfera, come già accade in California. Una scelta che "costringerà" le Case automobilistiche a espandere la produzione di veicoli elettrici. Le previsioni dicono che entro il 2020 si raggiungeranno i 2 milioni e mezzo di vetture non inquinanti.

Tag

Auto Elettrica  · Cina  · Mercato auto  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Le vendite di auto nel gigante asiatico sono cresciute solo dello 0,9% l'anno scorso, raggiungendo quota 28 milioni e 200.000 unità. Volkswagen al top

· di Valerio Antonini

Lvchi, società di Shanghai, presenta al salone di Ginevra una nuova berlina 100% elettrica. Disegnata e da costruire nel nostro Paese

· di Yang Quian

Il Paese asiatico è il mercato principale per i veicoli a batteria. Nel 2018 si punta alle sette cifre. Basterà a salvare gli investimenti dell'industria automobilistica?

· di Paolo Odinzov

Fermata la produzione di vetture che non rispettano i limiti di consumo imposti dalle autorità, presto ci saranno altri elenchi di veicoli "incriminati"

· di Yang Quian

Il costruttore locale Baic ha annunciato l'addio ai motori tradizionali dal 2025. Obiettivo anticipato al 2020 per le auto vendute a Pechino. E non sono i soli

· di Gloria Smith

Nella metropoli di Guangzhou entro il 2020 tutti i mezzi pubblici saranno a batteria, mentre i privati avranno nuovi incentivi all'acquisto di auto a zero emissioni