Ultimo aggiornamento  19 settembre 2019 12:18

Uber si fa causa da sola.

Paolo Borgognone ·

La già notevole storia giudiziaria di Uber, la società californiana di ride hailing, cioè di taxi privati, si arricchisce di un altro capitolo: un investitore fa causa ai piani alti della società accusandoli di non aver vigilato a sufficienza e non aver informato gli azionisti riguardo l'acquisto da 680 milioni di dollari di "Otto", la start-up fondata da Anthony Lewandowsky non appena dimessosi da Waymo.

Lewandowsky, vale la pena di ricordarlo, è sotto processo in California per aver rubato sette anni di segreti industriali sulla guida autonoma a Waymo (società di Alphabet, quindi di Google) ed è già stato prima sospeso e poi licenziato da Uber. Il giudice dovrebbe decidere la sua sorte alla fine di gennaio del 2018. 

Bandierine rosse

La causa è stata presentata presso la Delaware Chancery Court - un tribunale specializzato nel dirimere questioni interne alle aziende - da Lenza Mceirath III, azionista di Uber e ingegnere presso la stessa azienda. A suo dire i vertici di Uber hanno ignorato le "bandierine rosse" di quanti avanzavano dubbi sulla tecnologia per la realizzazione dei lidar proposta da Lewandowsky e che Waymo reclama come propria in tribunale. Inoltre nella azione legale si contesta l'operato specifico "da bandito" - si legge letteralmente nella causa - di Travis Kalanick fondatore e fino allo scorso giugno ceo di Uber. 

Kalanick, che sarà chiamato a difendersi davanti al giudice insieme con altri vertici di Uber, è a sua volta al centro di un contenzioso legale con la sua ex azienda: l'ex ceo sostiene infatti di avere diritto a un certo numero di posti nel consiglio di amministrazione della società, posizione contestata da alcuni dei maggiori azionisti. 

Tag

Lenza Mceirath III  · Travis Kalanick  · Uber  · Waymo  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

La Corte di giustizia europea conferma: la compagnia californiana di ride hailing rientra nell'ambito dei servizi ai trasporti e deve essere regolata dagli Stati

· di Patrizia Licata

La società è senza Ceo da oltre due mesi mentre si moltiplicano le spese e le azioni legali. A rischio la super-valutazione di 70 miliardi

· di Lina Russo

Una dei maggiori azionisti contro il Ceo defenestrato. Ora lo vuole fuori pure dal board dei direttori perché non possa più tornare al volante