Ultimo aggiornamento  20 novembre 2018 22:21

Firenze, il bike sharing raddoppia.

Marina Fanara ·

Più di 7.000 biciclette in flotta da condividere in piena libertà, senza vincoli di parcheggio, con presa e consegna in qualsiasi posto della città. E' quanto stabilito dal progetto bike sharing in modalità free floating annunciato da Palazzo Vecchio appena qualche mese fa e che ora si avvicina sempre più alla meta. Perché, dopo le bici arancioni dell'operatore cinese Mobike, Firenze ha aperto le porte a quelle verdi di Gobee.bike, nata a Hong Kong da giovani fondatori francesi e che si è aggiudicato il secondo bando lanciato dal comune.

Noleggio con l'app

In questa fase iniziale i mezzi in circolazione nel capoluogo toscano sono 400, ma aumenteranno gradualmente fino a 4.000 unità così che, aggiunte a quelle di Mobike (che oggi ne conta già più di 3.000) si arriverà, appunto, alle oltre 7.000 biciclette in free floating volute dall'Amministrazione. Anche queste nuove bici possono essere noleggiate con lo smartphone, scaricando l'apposita applicazione tramite iOS e Android che fornisce all'utente un apposito QR code per sbloccare i mezzi. Giunti a destinazione, possono essere lasciate in uno dei 210 stalli presenti in città per il bike sharing o in uno spazio riservato alle due ruote.

Le gomme non si forano

Il costo del servizio è di 50 centesimi ogni mezz'ora più un deposito di 15 euro, il pagamento è tramite carta di credito. L'uso è riservato agli utenti registrati. Tutti i mezzi sono dotati di sensori e di un sistema di allarme integrato che permette al gestore di controllare e rilevare eventuali anomalie d'utilizzo, compreso il parcheggio irregolare. In più, le bici sono dotate di ruote piene, senza camera d'aria e, quindi, non si bucano facilmente.

Bike sharing è subito amore

"Il bike sharing sta andando molto bene a Firenze", ha sottolineato Giovanni Bettarini, assessore alla Smart city, "d'altra parte, stiamo investendo molto nella mobilità ciclabile, crediamo che sia un punto cardine per il futuro della città e la bici condivisa è un capitolo importante di questo percorso". In effetti, il debutto di Mobike è stato un successo: in pochi mesi il servizio registra 100mila iscritti e un milione di chilometri percorsi.

Ora con Gobee.bike i fiorentini, e non solo, avranno ulteriori possibilità. "Al momento", spiega Gabriele Vezzani, regional manager del gruppo, "i nostri mezzi possono circolare solo entro i confini di Firenze, ma presto ci espanderemo in tutta l'area metropolitana". Gobee.bike è arrivato in Italia da poco, iniziando da Torino appena un mese mese fa, mentre in Europa vanta una presenza collaudata in Francia (Parigi, Lille e Reims) e Belgio (Bruxelles).

Tag

Bike Sharing  · Firenze  · Gobee.bike  · Mobike  · Mobilità ciclabile  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Via a una rete integrata di otto piste ciclabili in tutta la città, connesse ai mezzi pubblici e dotate di fermate e segnaletica sulla durata dei percorsi

· di Marina Fanara

Circa 150 le città servite, oltre 30.000 i mezzi disponibili: è boom di bici condivisa, soprattutto al Nord, Milano e Torino in testa. L'avanzata del free floating

· di Marina Fanara

Grazie a un accordo con Enel, per il programma EVA+, il capoluogo toscano potenzia la rete per la ricarica dei veicoli a batteria con due nuove colonnine super veloci

· di Marina Fanara

Sul modello cinese, nel capoluogo toscano arriva la bici condivisa a flusso libero: 8 mila mezzi, 24 ore su 24, ogni giorno dell'anno. Tutto tramite app