Ultimo aggiornamento  20 luglio 2019 06:57

L'idrogeno chiede spazio.

Carlo Cimini ·

Entro il 2050 l'utilizzo dell'idrogeno per il trasporto e l'energia in generale potrebbe ridurre le emissioni di carbonio annuali di 6 miliardi di tonnellate - contribuendo in modo sostanziale all'obiettivo di contenere entro due gradi il riscaldamento globale - e questa fonte naturale potrebbe coprire da sola circa un quinto dei consumi del pianeta. Lo sostiene in uno studio l'Hydrogen Council,  organismo mondiale fondato lo scorso gennaio da Toyota e dall'azienda francese Air Liquide e che può contare oggi su 27 membri.

400 milioni di auto

Lo studio del Council -  di cui fanno parte anche alcune delle Case automobilistiche più importanti del mondo (Audi, Bmw, Daimler, Honda e Hyundai) e dei grandi nomi del settore petrolifero (Shell e Total, del gruppo Api) - prevede una sostanziale diffusione delle auto a idrogeno. Entro il 2030, si dice, un'auto su 12 venduta in alcuni mercati, California, Germania, Giappone, potrebbe essere alimentata con questa fonte di energia.

L'idrogeno potrebbe muovere, entro il 2050, 400 milioni di vetture tra i 15 e i 20 milioni di autocarri, 5 milioni di autobus, oltre a un quarto delle navi passeggeri e un quinto dei treni non elettrificati. Gli investimenti programmati dalle aziende e dagli organismi pubblici si aggirerebbero intorno ai 230 miliardi di euro nei prossimi tredici anni. La Cina, per esempio, ha già fissato l'obiettivo di 1 milione di veicoli a idrogeno, mentre la Gran Bretagna ha stabilito un fondo di 25 milioni di euro per accelerare lo sviluppo di questa tecnologia.

Risorsa per tutti

Takeshi Uchiyamada di Toyota Motor Corporation ha sottolineato: “il mondo dell'automotive ha bisogno di questa opzione. L’idrogeno rappresenta una risorsa indispensabile sulla strada di un cambiamento che ci aiuti a sfruttare solo risorse rinnovabili.”

Benoît Potier, presidente e ceo di Air Liquide, ha dichiarato: “Speriamo di riuscire a raggiungere l’obiettivo della maggiore diffusione possibile dell'idrogeno. L'economia e la società in generale potranno così goderne i benefici. La tecnologia è pronta e le aziende stanno dimostrando grande impegno. Ciò di cui abbiamo bisogno adesso sono gli investimenti.”

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Una inedita tecnologia messa a punto in California consentirebbe di generare e stoccare il prezioso "carburante" direttamente in auto

· di Redazione

Accordo tra due grandi società cinesi per la produzione di mezzi pubblici a impatto zero. Investimento totale da oltre 60 milioni di euro