Ultimo aggiornamento  18 ottobre 2019 20:36

La 24 ore elettrica.

Alessandro Marchetti Tricamo ·

In poche ore la mobilità elettrica sembra aver preso finalmente la giusta direzione. A Ecomondo, la fiera italiana più importante sulla green economy che si svolge a Rimini, gli assessori alla mobilità di Milano e Roma hanno confermato con forza la voglia di cambiamento: per entrambe entro il 2030, centro chiuso al traffico di veicoli con motore a combustione, benzina e diesel che sia, e accesso libero solo per mezzi elettrici. Per far questo, a Roma sono state annunciate anche almeno 700 colonnine di ricarica entro il 2020. A Milano dal 2025 saranno poi acquistati solo nuovi bus elettrici.

L'annuncio dell'Enel

Giusto il tempo di qualche giro di lancetta di orologio e, a Vallelunga, l’Enel in un evento-show ha presentato il suo piano: 7 mila punti di ricarica in Italia entro il 2020. Diventeranno 14 mila solo due anni dopo.

La Commissione europea all'attacco

In mezzo Bruxelles. La Commissione europea ha dettato la sua agenda nella lotta alla riduzione della CO2: nel 2025 le emissioni, rispetto al 2021, dovranno essere tagliate del 15%, nel 2030 si dovrà arrivare al 30%. L’industria automobilistica aveva fissato al 20% la quota prevista nel 2030. È probabile che le due parti si accordino al 25%. Non entro nel merito se questa sia una scelta al ribasso o condivisibile, di certo però, qualunque sia la decisione finale, non si potrà raggiungere l’obiettivo senza elettrificare la gamma. Ibride, ibride ricaricabili plug-in, elettriche e a idrogeno (nel 2030 il fuel cell potrebbe iniziare a giocare la sua partita) saranno protagoniste. 

Tutto in meno di 24 ore. Le più elettriche di sempre.

Tag

Auto Elettrica  · Enel  · Europa  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Svelate le immagini della hypercar con cui la scuderia fondata al produttore cinematrografico americano parteciperà nel 2020 alla 24 Ore di Le Mans

· di Redazione

La Commissione europea fissa al 30% la riduzione della CO2 per i veicoli nuovi entro il 2030. Previsti investimenti e incentivi all'industria. Ma i costruttori non ci stanno

· di Marco Perugini

E' il business generato dai veicoli a batteria previsto nel 2030 da uno studio Ambrosetti - Enel. Oggi nel nostro Paese circolano meno di 10mila vetture a zero emissioni