Ultimo aggiornamento  19 settembre 2019 12:32

Amazon, ricarica volante.

Carlo Cimini ·

Amazon ha da poco registrato un brevetto chiamato "Systems, devices and methods delivering energy using an uncrewed autonomous vehicle": si tratta di un sistema di intervento di emergenza realizzato con droni dotati di strumenti in grado di ricaricare le batterie delle auto elettriche anche in movimento. Il dispositivo è stato pensato per funzionare come un'estensione mobile delle stazioni di ricarica e potrebbe servire ad allungare il viaggio di una vettura fino al punto di rifornimento più vicino.

Un drone per amico

Se il veicolo avesse bisogno di una ricarica, basterà richiedere l'intervento di un drone tramite un segnale remoto: il dispositivo volante a sua volta individuerà l'auto che necessita del servizio, la raggiungerà e si attaccherà alla parte superiore del mezzo - attrezzato per questa necessità - dandogli energia.

Amazon non ha comunicato, però, nessuna indicazione sulla data di uscita del dispositivo e nemmeno se sarà mai effettivamente costruito. Il progetto prevederebbe anche l'installazione di diverse stazioni di ricarica dedicate esclusivamente ai droni. Questa tecnologia potrebbe entrare a far parte del servizio di consegna del mercato online "Prime Air" dell'azienda di Seattle. Le indiscrezioni suggeriscono come Amazon possa aver presentato il brevetto semplicemente per impedire ad altre aziende di avere l'esclusiva.

Tag

Amazon  · Auto Elettrica  · Batteria  · Drone  · 

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Il colosso di Jeff Bezos è tra gli investitori che sostengono la start up canadese impegnata a sviluppare un software autonomo per la logistica

· di Redazione

Lo store virtuale apre una sede in Lussemburgo per consentire gli acquisti di vetture via computer nel vecchio continente, come già accade negli Usa