Ultimo aggiornamento  12 novembre 2019 16:56

Samsung trova l'auto e le chiavi.

Carlo Cimini ·

Arriva l'aiuto per gli automobilisti sbadati. Si chiama Samsung Connect Tag e ci aiuterà a ritrovare le chiavi dell'auto. Ovunque siano andate a finire. O l'auto stessa, se ci siamo dimenticati dove è stata parcheggiata.

Il piccolo dispositivo è un normale portachiavi di dimensioni molto ridotte (4,21 centimetri di larghezza e 1,19 di spessore ) e molto elettronico: sfrutta, infatti la Nb-Iot (Narrowband-Band Internet of Things), una tecnologia innovativa, sviluppata esclusivamente per le applicazioni che si appoggiano alla rete 4G (internet ad alta velocità), come in questo caso l'app dedicata

Avviso smart

A differenza di strumenti simili, che necessitavano di un collegamento bluetooth sempre attivo, il Samsung Connect Tag utilizza solamente una piccola quantità di dati (anche tramite wifi) grazie alla cella telefonica dell'eSim integrata e utilizza la geolocalizzazione gps per indicare la posizione dell'oggetto a cui viene agganciato. Funziona sia in spazi aperti che al chiuso.

Il piccolo portachiavi ha in dotazione anche accelerometro per connettersi con maggior velocità e un led di stato, per monitorare il livello della batteria da 300 milliamperora che, secondo l'azienda, garantisce sette giorni di autonomia. Inoltre il dispositivo ha la certificazione Ip68: il che vuol dire che è protetto da polvere acqua (per esempio in caso di pioggia). La compatibilità è limitata ai dispositivi Android (sistema operativo 6.0 marshmallow e versioni superiori).

Il tag sarà tra le novità presentato alla conferenza dedicata agli sviluppatori che Samsung terrà a San Francisco il 18 e 19 ottobre. La commercializzazione sarà inizialmente limitata al mercato sudcoreano e successivamente ampliata agli altri mercati.

Tag

Android  · App  · Samsung  · Samsung Connect Tag  · 

Ti potrebbe interessare

· di Gloria Smith

In vendita negli Usa un dispositivo che si indossa al dito e, memorizzando le nostre impronte digitali, apre e chiude la macchina. O paga il taxi