Ultimo aggiornamento  21 aprile 2019 13:01

DB11 Volante, l'ultima scoperta di Gaydon.

Paolo Odinzov ·

Per mostrare il cielo ai fortunati clienti che possono permettersi di averla, pagando 199 mila euro optional esclusi, la nuova Aston Martin DB11 Volante impiega appena 14 secondi. Basta premere un tasto e la magia si compie: la sua capote sparisce in un piccolo vano nel bagagliaio per regalare tutto il piacere di una guida “en plein air”.

Struttura ultraleggera

La decappottabile sportiva del marchio di Gaydon va ad affiancarsi nella gamma del costruttore alla DB11 Coupé lanciata lo scorso anno. Come quest’ultima impiega una struttura leggera in alluminio che le consente di contenere il peso complessivo, è più leggera di 25 chili rispetto alla DB9 Cabrio, offrendo una elevata rigidità torsionale a vantaggio delle prestazioni.

510 cavalli a cielo aperto

Sotto al cofano la DB11 Volante impiega lo stesso propulsore della sorella, V8 biturbo di 4.0 litri d’origine AMG, che sviluppa 510 cavalli e  675 newtonmetri di coppia. Un motore che consente di sfiorare i 300 chilometri orari di velocità massima, accelerando da zero a cento in 4 secondi: grazie anche alla prontezza e rapidità del cambio automatico a 8 rapporti con paddle al volante che equipaggia la vettura.

La capote si apre con la chiave

Il massimo comfort a bordo dell’inglese è assicurato dall’abitacolo rifinito con ltradizionale cura Aston Martin. Punto di forza della vettura – assicurano i progettisti – è però la capote, disponibile nelle colorazioni rosso bordeaux, grigio e nero e realizzata in otto strati di tessuto: comandata da meccanismo elettrico che permette di aprirla in movimento fino a una velocità di 50 chilometri orari, anche da remoto impiegando l’apposito comando sulla chiave di accensione.

Tag

Aston Martin  · Cabriolet  · 

Ti potrebbe interessare

· di Colin Frisell

Il marchio britannico apre un centro a Tokyo e punta al ricco mercato del lusso nipponico. Investimento totale da oltre mezzo miliardo di euro

· di Paolo Odinzov

Come sarà la supercar del marchio di Gaydon, sul mercato nel 2020. Una sfida alle auto esclusive di Maranello e di Stoccarda