Ultimo aggiornamento  16 ottobre 2019 02:54

MadBoxer, la moto col motore di un’auto.

Antonio Vitillo ·

La MadBoxer è una concept bike realizzata in Nuova Zelanda da Marcel van Hooijdonk, che ha raccolto una provocazione arrivata dagli States: qui, nello stato dello Utah, un certo Ian McElroy, di professione designer, aveva pensato già nel 2009 ad una intrigante due ruote  - battezzata Kickboxer e disegnata al computer tramite il sistema Cad - che montasse un motore Boxer da 2500 centimetri cubici di una potente auto Subaru.

Può circolare

La MadBoxer ha il sistema di sterzo monobraccio a comandi meccanici, risultato ottenuto dopo alcuni tentativi fatti con quelli idraulici, così ben realizzato che è riuscito alla fine a ottenere l’omologazione neozelandese a circolare su strade aperte al traffico. La trasmissione originale è stata modificata, arrivando a realizzare un cambio automatico a due velocità, che può essere azionato anche attraverso un pulsante posto sul lato sinistro del manubrio. Dove c’è pure la leva del freno posteriore.

Se sulla MadBoxer alcuni componenti sono stati recuperati da altre moto, come per esempio serbatoio e freni. Il resto, dal telaio ai bracci oscillanti, ai componenti dello sterzo e a buona parte dei pezzi che formano il cambio, sono stati realizzati ex novo da van Hooijdonk. Il quale ha personalemente eseguito ogni lavoro della MadBoxer, dalla nuova progettazione computerizzata alle saldature al tungsteno, impiegando in tutto circa cinque anni. Per trasformare un concetto fantasioso in una vera moto.

Tag

KickBoxer  · Madboxer  · Subaru  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

Keanu Reeves, star di Hollywood e collezionista di moto, dal 2011 è anche costruttore. Ultima nata del suo marchio una concept bike da sogno

· di Antonio Vitillo

La Casa giapponese sonda il pubblico con un'ennesima riedizione di uno dei suoi modelli di maggiore successo. Debutto al Salone di Tokyo e poi all'Eicma di Milano