Ultimo aggiornamento  15 ottobre 2018 23:08

Una scossa lungo l'Italia.

Marina Fanara ·

Da ottobre, sulle strade a lunga percorrenza, tra il Lazio e la Lombardia, si potrà viaggiare in auto elettrica senza rischiare di rimanere con la batteria "a terra": sono appena entrate in funzione, infatti, le prima 30 colonnine Enel di ricarica veloce, la maggior parte delle quali si trovano in prossimità degli svincoli dell'A1 a distanze inferiori di 60 chilometri una dall'altra. C'è pure una stazione di rifornimento vicino Genova, un'altra a Savona, una in provincia di Udine e un'altra ancora all'estremo sud, in Puglia, presso l'Outlet village di Molfetta, la cittadella dello shopping tra le più gettonate della regione e di tutto il Meridione, in provincia di Bari, sulla statale Adriatica.

Eva+: elettrico extraurbano

L'iniziativa rientra nel progetto Eva+, cofinanziato da Bruxelles, frutto dell'accordo tra Enel, Verbund (fornitore austriaco di energia elettrica) e alcune case automobilistiche (tra cui Renault, Nissan, Bmw e Volkswagen Group Italia): prevede la realizzazione, nel giro di tre anni, di 200 punti di rifornimento elettrico "fast charge" (meno di 20 minuti per ricaricare la batteria) lungo le tratte extraurbane, autostrade e aree limitrofe, italiane (180 infrastrutture) e austriache (20).

Una ricarica per il Gra 

La maggior parte delle nuove stazioni elettriche sono state ubicate in prossimità degli ingressi e uscite della A1, da Cassino e Frosinone, passando per Roma, fino a Milano, per consentire il rifornimento "anche a chi si sposta fuori città", dicono in Enel, fuori dai caselli, "con soste compatibili con il tempo di ricarica", cioè al massimo in venti minuti. I siti scelti sono centri commerciali (come gli outlet village), aree di servizio (Total Erg e Api/Ip), hotel, ristoranti, sedi dell'Automobile Club d'Italia (parcheggio pubblico della delegazione ACI di Ferrara e Centro di guida sicura ACI di Lainate, in provincia di Milano). Una delle colonnine si trova sul Grande anulare di Roma e, precisamente, presso la stazione di servizio Selva Candida Esterna di Total Erg: si tratta della prima infrastruttura elettrica sul Gra dove, fa sapere il gestore elettrico, entro questo mese di ottobre, verrà installata un'ulteriore postazione.

L'elenco dei siti: hotel e outlet

Le 30 nuove colonnine pubbliche sviluppate da Enel sono adatte a qualsiasi veicolo elettrico oggi in commercio: di queste, 20 sono state cofinanziate dalla Commissione europea nell'ambito del progetto Eva+ (che a sua volta rientra nel programma comunitario "Connecting Europe facility"), mentre sulle altre 10 il nostro gestore elettrico ha investito proprie risorse.

Ecco, in dettaglio e in ordine alfabetico, dove sono state posizionate le stazioni: Albisola Superiore (Savona), Barberino del Mugello (Firenze), Bologna (presso parco commerciale Meraville), Chianciano (Siena, Grand hotel Terme), Carpi (Modena), Cassino (Frosinone), Cormano (Milano, stazione di servizio IP), Ferrara (delegazione ACI), Fidenza (Parma, Fidenza shopping park), Firenze (area pubblica in prossimità dell'ingresso dell'A11 Firenze-Pisa), Franciacorta (Brescia, outlet village), Guidonia (Roma, +Vista fabbrica occhiali), Lainate (Milano, Centro guida sicura ACI-Sara), Lodi (area di servizio IP), Magliano Sabina (Rieti, hotel La Pergola), Mantova (outlet village), Milano (stazione di servizio IP, via La Spezia), Orvieto (Terni, centro commerciale Porta d'Orvieto), Palmanova (Udine, outlet village), Molfetta (Bari, Puglia outlet village), Reggio Emilia (centro commerciale I Petali), Roma (Selva Candida esterna - Gra), Ronco Scrivia (Genova, presso area pubblica Borgo Fornari), Sant'Ilario d'Enza (Reggio Emilia), Terranova Bracciolini (Arezzo), Tortona (Alessandria), Trivolzio (Pavia), Val di Chiana (presso omonimo outlet village, in provincia di Arezzo), Vicolungo (outlet village, Novara).

Tag

ACI  · Auto Elettrica  · Autostrade  · Colonnine elettriche  · Enel  · Mobilità sostenibile  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Via al Piano mobilità elettrica con risorse fino a 300 milioni di euro per una rete capillare in tutta Italia. Nel Centro ACI Vallelunga il Polo tecnologico sulla e-mobility

· di Marina Fanara

La denuncia è della Corte dei Conti: dopo quattro anni, il piano per le infrastrutture di ricarica del ministero delle Infrastrutture e trasporti non è ancora stato avviato

· di Redazione

L’acronimo Electric Vehicles Arteries è un nuovo progetto di mobilità a zero emissioni fra Enel, Verbund, Renault, Nissan, Bmw e Volkswagen Group Italia

· di Patrizia Licata

L'Europa: dal 2019 i nuovi edifici dovranno installare punti di ricarica per le auto. L'Italia prepara il suo piano mentre la Norvegia si affida agli sgravi fiscali