Ultimo aggiornamento  21 aprile 2019 08:09

Metti più modelli nella Lotus.

Carlo Cimini ·

Lo storico brand inglese della Lotus potrebbe ampliare la propria gamma di prodotti nel prossimo futuro. Zhejiang Geely Holding Group, il colosso cinese che ha avuto un ruolo fondamentale anche nella rinascita di Volvo, lo scorso mese di giugno ha acquistato la quota di maggioranza della Casa britannica. Con l'intenzione di rilanciare il marchio, seguendo l'esempio di quanto sta succedendo in Germania alla Porsche.

Nuove ambizioni

Secondo Carl-Peter Forster, top manager del gruppo cinese, "tutti crediamo che possiamo far di meglio rispetto ai 1.500 a 2.000 veicoli che sono attualmente immatricolati." Aggiungendo che "Lotus potrebbe facilmente espandersi in qualsiasi settore auto, producendo un numero consistente di veicoli, senza per questo favorire esclusivamente la quantità, a discapito di un'offerta più ricercata per il cliente."

Nel 2010, l'allora Ceo di Lotus, Dany Bahar, aveva presentato un piano di produzione che riguardava il lancio di altri cinque modelli, tra cui la nuova Esprit, l'unica a vedere poi effettivamente la luce. Ora i nuovi proprietari di Lotus potrebbero rispolverare quell'obiettivo e puntare anche su altri segmenti.

Tag

Cina  · Lotus  · Porsche  · Zhejiang Geely Holding Group  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

La Casa di Hethel ha presentato alla rassegna d'oltremanica due versioni della Exige ispirate alle monoposto Type 49 e Type 79 di Graham Hill e Mario Andretti

· di Valerio Antonini

Il ceo del marchio britannico Jean-Marc Gales annuncia che entro il 2020 arriveranno altre due sportive e subito dopo anche un suv

· di Paolo Borgognone

I cinesi, già proprietari di Volvo, acquisiscono il 49,9% della società malese e il 51% dello storico marchio sportivo inglese. Accordo finalizzato in luglio