Ultimo aggiornamento  13 dicembre 2019 17:31

Kaspersky entra nell'auto.

Redazione ·

L'azienda di informatica russa Kaspersky Lab, in collaborazione con Avl Software and Functions GmbH, ha presentato Secure Communication Unit (Scu) al Salone Internazionale dell’Auto di Francoforte. Questo sistema di sicurezza, secondo l'azienda, garantisce una comunicazione protetta tra i veicoli autonomi e connessi. Il sistema segna l'ingresso dei russi nel mondo dell'automotive, al pari di altre aziende del tech, che però per questa società potrebbe essere più complicato dopo la messa al bando da parte dell'amministrazione Trump.

Accuse e difesa

Kaspersky Lab è nota nel mondo per i sistemi anti-virus per i computer. Nelle scorse settimane il Dipartimento di Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti ha accusato la società di cyberspionaggio in concorso con il governo russo, con rischi per la sicurezza nazionale. Da qui il divieto di operare negli uffici governativi statunitensi. “Considerato che Kaspersky Lab non ha legami non appropriati con alcun governo, l’azienda è amareggiata dalla decisione dello U.S. Department of Homeland Security - ha replicato con una nota la società - non è stata presentata pubblicamente alcuna prova credibile in quanto le accuse sono basate su false affermazioni e supposizioni errate, tra cui le dichiarazioni riguardanti regolamentazioni e policy russe con effetti sull’azienda. Kaspersky Lab ha sempre ammesso di fornire prodotti e servizi appropriati a governi di tutto il mondo per proteggere queste organizzazioni dalle cyber minacce, ma non ha legami amorali o affiliazioni con alcun governo, incluso quello russo".

Minaccia continua

Tornando alla proposta di Kaspersky Lab per l'automotive, il ruolo della Secure Communication Unit è quello di rendere le auto connesse più sicure: agisce come una singola porta per i flussi di comunicazione in entrata e in uscita, evita contatti indesiderati tra i vari componenti delle auto e il software è a prova di interferenza all'interno della rete. I controlli delle auto stanno diventando sempre più complessi e per questo motivo i veicoli di ultima generazione sono facili bersagli per gli hacker. Dalle applicazioni di terze parti, agli aggiornamenti dei software infotainment, tutto rende poco sicuro l’ambiente in cui passiamo e soprattutto passeremo diverse ore al giorno. 

Tag

Auto connesse  · Kaspersky Lab  · USA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

Al Mobile World Congress (Barcellona, 25/28 febbraio), aziende e start up puntano tutto sulla connessione ultraveloce e lo scambio dati, con un occhio alla sicurezza

· di Patrizia Licata

KasperskyOS è un nuovo sistema operativo specifico per l'automotive, per rendere sicuri i veicoli quando sono connessi