Ultimo aggiornamento  20 luglio 2019 11:40

Genesis G70, sfida alle tedesche.

Paolo Odinzov ·

Genesis, brand di lusso del gruppo Hyundai, ha presentato l’edizione definitiva della G70, destinata a essere commercializzata nei principali mercati del mondo e che affiancherà nella gamma del costruttore la sorella più grande G80 e l’ammiraglia G90.

Sfida premium

Compito della G70 è andare a conquistare vendite nel segmento D, quello per intenderci dove si danno battaglia modelli come l’Alfa Romeo Giulia, l’Audi A4, la Bmw Serie 3 e la Mercedes Classe C. Per farlo la new entry coreana può contare su una carrozzeria, disponibile in 10 colorazioni da abbinare a sette ambienti interni, segnata nel design da linee tese e aerodinamiche che le conferiscono un aspetto marcatamente sportivo. A questo si unisce un abitacolo che mette in evidenza l’impostazione premium della vettura con materiali ricercati nelle finiture (pelle, legno, alluminio e moquette) e diverse dotazioni di spicco: compreso un sistema d'infotainment munito di tablet da 8 pollici.

Motori e dotazioni

Nella meccanica la Genesis G70 prevede una gamma di propulsori in grado di soddisfare ogni esigenza in fatto di prestazioni: dal V6 3.3 biturbo benzina, capace di fornire 370 cavalli per 270 chilometri orari di velocità e 4,7 secondi nello scatto zero-cento, al 2.2 diesel VGT con una potenza di 202 cavalli e 441 Newtonmetri di coppia. Per garantire sicurezza confort e comportamento stradale a livello delle concorrenti, questa vettura propone poi sotto al vestito, tra dotazioni e optional, diversi punti di forza: sospensioni a controllo elettronico, servosterzo ad assistenza variabile, Torque Vectoring con differenziale autobloccante e pacchetto Active Safety Control comprensivo di Forward Collision-Avoidance Assist, Highway Driving Assist, Blind spot Collision Warning e Driver Awareness Warning.

Tag

G70  · Genesis  · Hyundai  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il marchio di lusso di Hyundai prepara la offensiva sui suv. Con un'arma in più: una versione ad idrogeno a zero emissioni

· di Enrico Artifoni

I coreani hanno lanciato un marchio premium per ora solo sul mercato locale e nordamericano. Poi toccherà a Cina ed Europa. Una scommessa difficile ma tutta da vedere