Ultimo aggiornamento  22 marzo 2019 21:08

Audi, due concept per il futuro.

Paolo Odinzov ·

Audi mette il futuro in vetrina al Salone di Francoforte. Tra raggi laser ed effetti scenografici degni di un film di fantascienza, la Casa tedesca ha presentato i prototipi Elaine e Aicon che anticipano soluzioni progettuali e dotazioni destinate ad essere impiegate sulle vetture con Quattro Anelli che verranno.

Guida autonoma e intelligenza artificiale

Ambedue le concept hanno propulsioni completamente elettriche e contengono nel nome le lettere AI che identificano un insieme di tecnologie innovative nel campo della mobilità. A cominciare dai sistemi di guida autonoma, portata sulla Aicon a livello 5. Fino a equipaggiamenti pensati per ridurre lo stress e offrire nuove possibilità di utilizzo del tempo trascorso a bordo, contando su intelligenze artificiali e apprendimento automatico che permetteranno ai veicoli di interagire costantemente con l’ambiente circostante e i passeggeri.  

 

Elaine, il suv del domani

L’Audi Elaine deriva dal prototipo e-tron Sportback presentato al Salone di Shanghai e richiama nelle forme quelle di un crossover-coupé dalle generose dimensioni, con una lunghezza di 4,9 metri. Impiega 3 propulsori elettrici, per una potenza totale di 375 chilowatt e 500 chilometri di autonomia, e offre una guida automatizzata gestendo da sola molte situazioni. Ad esempio la ricerca di un parcheggio, perfino senza il conducente a bordo, e le successive manovre per fermare l’auto. Oppure la marcia autostradale.

Parla con il guidatore

Grazie a un network specifico Audi AI Zones, la Elaine può essere interfacciata, attraverso una specifica app con smartphone e tablet, e ricevere istruzioni da remoto per effettuare autonomamente diversi compiti tra cui ricaricare la batteria o recarsi a un autolavaggio. Il Personal Intelligent Assistant (PIA), consente alla vettura di combinare informazioni sul traffico, assieme alle abitudini e i comportamenti del guidatore, allo scopo di fornire indicazioni e consigli vocali. Interpretando anche lo stato d'animo del conducente, tramite un braccialetto che rileva e invia alla intelligenza artificiale della Elaine dati biometrici come la temperatura e battito cardiaco.  

Aicon, la berlina saluta e guida da sola

Con la Aicon, il marchio di Ingolstadt anticipa gli stilemi di un possibile family feeling nel design quando le automobili potranno guidare completamente da sole. Priva di volante e pedali, questa “idea” di berlina sportiva è un concentrato di innovazioni riguardo trazione, assetto, digitalizzazione e sostenibilità. La carrozzeria, senza il montante centrale e con le portiere che si aprono in senso opposto l'una all'altra, è caratterizzata dal frontale single frame con 600 pixel 3D che possono animare lo sguardo della vettura e generare una infinità di animazioni per farla comunicare con l'esterno.

Dentro un open space

L’abitacolo della Aicon è, invece, una sorta di open space 2+2 dove i passeggeri possono dedicarsi alle più svariate attività. Anche qui il Personal Intelligent Assistant permette di “colloquiare” con il veicolo. Mentre diverse superfici sensibili con feedback aptico e un sistema di eye-tracking consentono di attivare diverse funzioni. La meccanica, della potenza totale di 260 chilowatt e 550 Newtonmetri di coppia, prevede 4 motori elettrici: uno su ogni ruota. L’alimentazione è affidata a delle batterie allo stato solido, capaci di recuperare l'80% dell'energia in meno di 30 minuti, che permettono un’autonomia fino a 800 chilometri.

Tag

Audi  · Salone di Francoforte  · 

Ti potrebbe interessare

· di Alessandro Marchetti Tricamo

L’ammiraglia tedesca si rinnova completamente e offre un livello 3 di automazione, la prima auto di serie al mondo. Almeno sulla carta

· di Redazione

La Casa tedesca, insieme all'università austriaca Johannes Kepler di Linz, è al lavoro su due tecnologie per le driverless, dedicate a localizzazione e comunicazione

· di Luca Gaietta

Alla base il sistema Active Lane Assist che in un video, dimostra come l'intelligenza artificiale di una S5 può sostituirsi all'uomo