Ultimo aggiornamento  20 giugno 2019 21:03

Fca, niente Salone del futuro.

Alessandro Marchetti Tricamo ·

FRANCOFORTE – Si aperto da qualche ora l’IAA, il Salone dell’auto di Francoforte (fino al 24 settembre). Fca non c’è. O meglio è presente solo con Ferrari e Maserati. Il motivo dell’assenza dell’industria di Sergio Marchionne è stata in parte spiegata, in un’intervista a L’Economia del Corriere della Sera, da Alfredo Altavilla, a capo delle operazioni del gruppo in Europa: “La decisione è stata di preferire il Salone di Ginevra, più rappresentativo del mercato europeo e miglior compromesso tra investimento e visibilità”. Bene. Tanto più se Fca è in buona compagnia: la lista delle Case che hanno deciso di saltare questa edizione della rassegna tedesca è piuttosto lunga.

Niente elettriche o ibride

A pensar male però non può sfuggire un riferimento al "claim" dell’IAA 2017: Future is Now. Il futuro è ora. Non è un caso che gli organizzatori puntino ad accreditare il Salone, sempre più come un evento tecnologico che vada oltre la stessa auto. In questa cornice Fca non può oggi giocare un ruolo da protagonista: di fronte all’offensiva elettrica dell'industria tedesca, confermata qui a Francoforte e annunciata a suon di modelli (80 solo per il gruppo Volkswagen), avrebbe certamente colpito la posizione ancora attendista di Fca che oggi non ha ancora intrapreso la strada delle batterie. Elettriche o ibride che siano. Tanto che nella stessa intervista, Altavilla ha parlato anche dell’importanza di diesel, gpl e metano. Non proprio il futuro disegnato finora.

Fca non va da sola

C’è poi la guida autonoma, perché mentre i concorrenti portano in strada vetture a guida parzialmente automatizzata, anche in questo caso Fca sembra attendere: la partnership con Google riguarda per ora solo la fornitura di veicoli Chrysler necessari al gigante digitale per testare l’intelligenza artificiale a bordo dell’auto e l’alleanza con Bmw è appena partita. In altre parole per Fca il rischio di esporsi a brutte figure qui a Francoforte sarebbe stato certo. Meglio restare a Torino. Per buona pace del futuro.

Tag

FCA  · Francoforte  · Francoforte2017  · IAA  · Salone  · Salone di Francoforte  · 
In folle
il blog di Alessandro Marchetti Tricamo
Direttore de l'Automobile

Ti potrebbe interessare

· di Alessandro Marchetti Tricamo

Il business della guida autonoma. Lo scenario di un robot al volante che ci accompagna nel ristorante scelto per noi. Follia o futuro molto vicino?

· di Alessandro Marchetti Tricamo

La grande rassegna tedesca apre le sue porte: l'auto elettrica per cancellare dieselgate e le accuse di cartello. ma anche guida autonoma e hypercar

· di Paolo Odinzov

Al Salone dell’auto (14-24 settembre), i tre gruppi di casa Bmw, Daimler e Volkswagen sfidano il resto del mondo con un mare di novità

· di Francesco Paternò

Al Motor show tedesco, dal 14 al 24 settembre, non ci saranno 9 marchi, tra i quali Fiat e Alfa Romeo. Tanti i motivi per rinunciare (o per partecipare)