Ultimo aggiornamento  20 novembre 2019 12:42

Ford, una giornata "performance".

Paolo Odinzov ·

Un test a base di grinta e adrenalina. Abbiamo avuto l’opportunità di provare, sulla pista di Vairano nel pavese, alcune vetture della linea Ford Performance che racchiudono, dietro il loro vistoso vestito, l’anima più sportiva della Casa di Derborn. Prima fra tutte la Focus RS, ma anche la muscle car Mustang Shelby GT350R e il pick-up F-150 Raptor che non sono disponibili, almeno per adesso, sul mercato europeo.

In pista e fuoristrada

L’occasione è stata unica. Abbiamo effettuato liberamente con la Focus e la Mustang derapate, controsterzi e curve al limite: spingendo al massimo l’acceleratore tra i cordoli e le chicane della pista. Mentre, con l’imponente versione “incattivita” del pick-up più venduto nel mondo, ci siamo cimentati in un impegnativo percorso off-road, tra dossi, sassi e ripidi dislivelli, rimanendo sbalorditi per le qualità in fuoristrada.

Come va la Focus RS

La Focus RS è prodotta in Germania, a Saarlouis, ed è venduta da noi con un listino a partire da 43.125 euro. Fin dalla vista svela il carattere “corsaiolo” con le prese d’aria sparse sulla carrozzeria, i passaruota allargati, le minigonne e un grande alettone posteriore. E’ equipaggiata con una meccanica che ne fa una vettura dalla doppia anima: buona per andarci in ufficio e su un circuito. Il motore, un quattro cilindri turbo di 2.3 litri da 350 cavalli, le permette di scattare da 0 a 100 km/h in appena 4,7 secondi e raggiungere i 266 chilometri orari di velocità massima. Provandola, la cosa che ci ha colpito è la prontezza e la precisione con cui l'auto reagisce alle alte velocità, permettendo al conducente di correggere anche eventuali errori se ci si fa prendere troppo la mano nella guida. Contando, per farlo, sul sistema di ripartizione della coppia Dynamic Torque Vectoring e il selettore delle varie modalità di marcia con la posizione “drift mode” per limitare al minimo l’intervento delle elettroniche di assistenza.

Scatenando il Cobra

Sul tracciato lombardo, la Mustang con il Cobra sul cofano si è invece fatta apprezzare per l’assetto e il telaio irrigiditi, rispetto alle già pompatissime versioni, con il quattro cilindri turbo di 2.3 litri e il V8 5.0, che da noi "conquistano" circa 30 clienti al mese. Trasportati dalla poderosa coppia di 580 Newtonmetri e il ruggito dello scarico con lapertura programmata delle valvole, l’americana ci ha permesso di entrare e uscire dalle curve con una rapidità fulminea, senza bisogno di giocare troppo con il cambio. Certo, 534 cavalli, quanti ne scarica a terra il suo V8, sono tanti. Tirandola al massimo è da mettere in conto il consumo della benzina ma, soprattutto, delle gomme. Il divertimento, però, è assicurato e va oltre le aspettative.

Un pick-up per andare ovunque

Guidare il Ford F-150 Raptor è un po’ come andarsene a spasso con un carro armato che non si ferma davanti a nulla. Il mezzo ideale che tutti sognano per sconfinare dalle strade asfaltate, dove comunque il Raptor si è rivelato essere una sorta di supercar a ruote alte. L'escursione elevata delle ruote, il motore V6 EcoBoost di 3,5 litri da 456 cavalli e i 690 Newtonmetri di coppia, associati al robusto ma leggerissimo corpo vettura, consentono di arrivare in cima a una montagna innevata senza problemi. Facendo appena avvertire, per l’estrema maneggevolezza del veicolo e persino nelle manovre più impegnative, le dimensioni extra-large di 5,9 metri di lunghezza, 2,1 di larghezza e 1,9 metri di altezza.

Tag

F150  · Ford  · Mustang  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

La supercar che ha sbaragliato la concorrenza a Le Mans arriva in versione stradale. 1.000 esemplari e una tecnologia degna di una film di spionaggio

· di Redazione

Il nuovo amministratore delegato Jim Hackett cambia i dirigenti del gruppo in tutti i continenti. Obiettivo: accelerare lo sviluppo