Ultimo aggiornamento  15 settembre 2019 11:56

Monza, motori accesi.

Luca Bartolini ·

Quasi tutto come da pronostici nelle prove libere del Gran Premio Heineken d’Italia a Monza, con i risultati cronometrici che hanno rispecchiato i previsti valori in campo. Le due Mercedes di Bottas e Hamilton, hanno infatti chiuso davanti alle Ferrari di Vettel e Raikkonen, alle Red Bull di Ricciardo e Verstappen.

Il gap

A destare qualche preoccupazione era stato il forte distacco delle Ferrari dalle Mercedes del mattino, superiore al secondo. Un gap che invece è stato fortemente limato, in quelle del pomeriggio con le Rosse di Maranello che si sono avvicinate alle avversarie. La classifica vede infatti davanti il sempre più veloce Bottas, con il tempo di 1’21”406, seguito da Hamilton, 1’21”462, ma le Ferrari sono lì con Vettel, terzo con 1’21”546, e da Raikkonen, quarto a 1’21” 804.

Un discorso a parte merita la prestazione delle due Red Bull, oggi con il quinto ed il sesto tempo. Sia sulla vettura di Ricciardo che su quella di Verstappen è stata infatti sostituita la power unit, cosa che costerà ai due una penalizzazione di dieci posizioni rispetto a quelle che otterranno domani nella qualifiche.

Giovinazzi assente

La sorpresa, purtroppo in negativo, è stata l’assenza di Antonio Giovinazzi, previsto nelle prime prove libere con la monoposto del team Haas F1. Il team ha preferito infatti far scendere in pista, aperta anche ai terzi piloti, Magnussen per prepararlo alla eventuale presenza di pioggia in pista. Solamente per notizia di cronaca poi, nemmeno una goccia di acqua ha bagnato il circuito monzese rendendo abbastanza ridicolo il progetto messo a punto dalla squadra. Al terzo pilota Ferrari è stato comunque promesso la sostituzione di questa sessione di prove con quelle che si svolgeranno prima del Grane Premio di Singapore.

Tag

Formula 1  · Gp Monza  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

In occasione del Gran Premio d'Italia, ACI Storico organizza due appuntamenti con le auto più leggendarie: giovedì in Piazza Castello e domenica sul circuito

· di Redazione

“Ritrovare queste due parole insieme in un Gran Premio è uno spettacolo che non ha eguali”, dice il presidente dell’ACI Sticchi Damiani. Tutto pronto per il week end di Formula 1