Ultimo aggiornamento  15 ottobre 2019 18:17

Dacia Duster, seconda generazione.

Valerio Antonini ·

Fu una scommessa davvero audace proporre un suv al costo di una city car. Nel 2010 Dacia ci provò con la Duster, venduta a poco più di 10.000 euro. Divenne in poco tempo il fiore all’occhiello del marchio e il modello più venduto del gruppo (con doppio marchio su tutti i mercati del mondo). Oggi la casa auto rumena di proprietà Renault ha finalmente rinnovato il suo best-seller.

Prima a Francoforte

La nuova Duster sarà svelata tra pochi giorni al Salone di Francoforte, ma già sono stati pubblicati in anteprima alcuni scatti sul design esterno. Dalle prime immagini, trapela uno spirito dinamico proprio da suv. Anteriormente la calandra si prolunga fino ai gruppi ottici, collocati alle estremità, evidenziando la larghezza della vettura. Il cofano motore orizzontale, dalle linee più sporgenti, conferisce un aspetto massiccio. Le luci diurne a led sono suddivise in tre segmenti, e integrate con la firma luminosa. Il colore cromo satinato resiste ai graffi e conserva il suo aspetto originario. Il parabrezza è stato avanzato di 10 centimetri rispetto al modello attuale, è più inclinato, offre una sensazione di maggior volume.

La nuova Duster è un modello chiave per il marchio, campione di vendite nel low cost assicurando comunque buoni margini al gruppo.

Tag

Dacia  · Duster  · Francoforte2017  · Renault  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

La nuova generazione del suv si rinnova nello stile e nella dotazione. immutato lo spirito low-cost. Motori fino a 125 cavalli. A richiesta anche la trazione integrale

· di Luca Gaietta

La Casa rumena ha presentato un veicolo con cassone destinato a soddisfare le esigenze di piccoli artigiani che operano in ambito cittadino

· di Luca Gaietta

Nuova edizione limitata per la best seller rumena: realizzata per sponsorizzare la Fisherman’s Friend StrongmanRun ha un look marinaro e una meccanica da off-road

· di Marco Perugini

Il marchio di proprietà Renault prosegue sulla strada dell'accessibilità e sul modello più apprezzato, rilancia la soluzione del gas ora anche Euro 6