Ultimo aggiornamento  15 dicembre 2018 07:35

Orbetello, Argentario, Giglio: impatto zero.

Marina Fanara ·

Si chiama "Life for silver coast", il progetto di mobilità sostenibile elaborato congiuntamente dai comuni toscani di Orbetello, Monte Argentario e Isola del Giglio. Il programma ha ottenuto l'approvazione da parte di Bruxelles e il finanziamento di 5 milioni di euro nell'ambito del bando europeo denominato "Life", per la salvaguardia dell'ambiente e il contrasto ai cambiamenti climatici.

Terra-mare a zero emissioni

Il modello toscano prevede la creazione di un sistema di spostamenti alternativi con veicoli a zero emissioni: dalla city car, allo scooter, alla bicicletta. In questa maniera, si legge in una nota congiunta delle tre amministrazioni, "i nostri cittadini e i turisti che visitano il territorio potranno muoversi agevolmente su veicoli elettrici in aree non servite dai mezzi pubblici". Il progetto prevede, innanzitutto, l'utilizzo di battelli per il trasporto via mare e l'interno della laguna: due imbarcazioni saranno impiegate per il collegamento da Orbetello alle spiagge della Giannella e della Feniglia, mentre altre due faranno la spola tra la costa dell'Argentario e l'Isola del Giglio. Saranno poi disponibili delle navette tra le stazioni ferroviarie e i centri cittadini dei tre comuni e una serie di veicoli elettrici (dalle auto, come dicevamo, alle e-bike) a noleggio, dislocati in punti strategici.

Sindaci uniti per l'ambiente

L'intero sistema "intermodale" si basa su una piattaforma di infomobilità (in modo da permettere a utenti e gestori dei servizi di comunicare tra loro, di acquistare i biglietti, di inviare foto e segnalazioni) e sarà dotato di sensori fissi e mobili per la raccolta dei dati ambientali. Il principale obiettivo, infatti, è migliorare la qualità dell'aria sul territorio. L'impatto atteso da questo nuovo modello di mobilità è di ridurre 1.200 tonnellate di CO2 rispetto ai trend attuali e coinvolgere almeno 350 mila utilizzatori a fine sperimentazione.

"Questo progetto", ha detto Sergio Ortelli, sindaco di Isola del Giglio, "è la prima esperienza di coesione di tre comuni che devono comunicare insieme. Ora siamo sulla buona strada". Sulla stessa scia Arturo Cerulli, primo cittadino di Monte Argentario: "La qualità dell'ambiente è da sempre il bene primario per il nostro sviluppo e accomuna i nostri territori". "Siamo molto soddisfatti", ha sottolineato infine Andrea Casamenti, sindaco di Orbetello, "siamo uniti in un progetto di valenza internazionale, all'avanguardia tecnologica e ambientale, importante per promuovere la nostra immagine all'estero e per dare più servizi di qualità a cittadini e turisti". 

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Grazie a un accordo con Enel, per il programma EVA+, il capoluogo toscano potenzia la rete per la ricarica dei veicoli a batteria con due nuove colonnine super veloci

· di Marina Fanara

Dal 7 al 17 novembre, nella regione i primi test europei dei sistemi intelligenti di mobilità, in grado di far dialogare i veicoli tra di loro e con la strada