Ultimo aggiornamento  19 settembre 2018 00:03

Londra raddoppia le colonnine.

Colin Frisell ·

LONDRA - L'amministrazione comunale di Londra ha stanziato l'equivalente di 5 milioni di euro per la realizzazione e la messa in opera di 1.500 nuove colonnine di ricarica veloci per vetture elettriche nella capitale inglese entro il 2018. 

Punti strategici

Le colonnine verranno piazzate in 25 dei 32 distretti (boroughs) in cui è amministrativamente divisa Londra. Ciascuno dei quartieri riceverà 300.000 sterline, all'incirca 330.000 euro che dovranno essere impiegati per realizzare dei punti di ricarica posti in luoghi strategici, indicati dagli stessi cittadini. L'iniziativa vuole favorire lo sviluppo della mobilità elettrica, garantendo l'accesso a punti di ricarica anche a chi abita in case non dotate di luoghi idonei a ricaricare le batterie.

Lampioni per ricarica

I fondi - ne arriveranno altri a partire dal 2018 se questo primo progetto darà i risultati sperati - serviranno anche per studiare nuove soluzioni per allargare la base di quanti possano abbandonare un'auto a combustione tradizionale per passare ad una elettrica. Esiste un piano, per esempio, che potrebbe trasformare i pali della luce in punti di ricarica, abbattendo i costi necessari a creare le infrastrutture utili al servizio. 

Flotta di bus a batteria

Il sindaco Khan si è detto entusiasta delle nuova opportunità che, "potrà fare veramente la differenza, rendendo i veicoli elettrici un'alternativa pratica e abbordabile per i cittadini londinesi. Il nostro obiettivo è quello di rendere la nostra una città con un sistema di trasporti a zero emissioni entro il 2050". Il sindaco ha anche sottolineato come i sette boroughs non compresi in questo primo provvedimento, beneficeranno comunque della prossima tornata di fondi che dovrebbero arrivare, in parte, dal governo nazionale che Khan ha spronato a fare di più. 

Tra le altre misure annunciate da Khan, c'è anche quella di tre nuove linee urbane di bus che diventeranno totalmente elettriche. Si tratta della 46 (Lancaster Gate-St Bartholomew Hospital), la 153 (che attraversa la zona di Finnsbury nel nord della città) e la 214 ( che collega il centro con la zona a forte vocazione turistica di Camden Market). Questo nuovo provvedimento consentirà di allagare ancora di più la flotta di bus elettrici della capitale inglese che è già - con 2.500 mezzi a emissioni zero - la più grande d'Europa. 

Tag

Colonnine elettriche  · Londra  · Sadiq Khan  · 

Ti potrebbe interessare

· di Samuele Maria Tremigliozzi

La start-up britannica Urban Electric ha brevettato un sistema di ricarica elettrica inserita sotto il marciapiede e che si attiva via app

· di Colin Frisell

L'azienda americana prevede di avere nella capitale inglese una flotta totalmente a basse emissioni entro il 2020. Incentivi per chi deve rottamare

· di Colin Frisell

La compagnia di taxi della capitale inglese presenta il nuovo modello a batteria. Da gennaio 2018 nessuna nuova licenza per i veicoli diesel

· di Colin Frisell

Primo test su strada aperto al pubblico per "Harry", un mezzo di trasporto guidato dall'intelligenza artificiale. Cento cittadini selezionati per la sperimentazione

· di Colin Frisell

Ad annunciarlo il sindaco Sadiq Khan: a partire dalla fine dell'anno due delle linee più centrali saranno servite da una flotta di 51 nuovi mezzi "verdi"